Via al Mobile World Congress. Gsma: verso il boom dell'Lte

BARCELLONA

Le nuove reti mobili protagoniste della prima giornata della fiera di Barcellona. Entro il 2013 si prevedono 72 milioni di connessioni

di Davide Lombardi
Oltre 74 operatori telefonici al lavoro per progettare, sperimentare e lanciare la rete mobile ultra-veloce. Una nuova generazione Lte in grado di raggiungere velocità oggi appannaggio delle sole reti fisse e in particolare della fibra ottica.

Oggi la Gsm Association ha fatto il punto al Mobile World Congress di Barcellona. Le prime reti sono state lanciate in Svezia da TeliaSonera, in Usa da Verizon Wireless e in Giappone da Ntt Dacomo, mentre in Cina si appresta a farlo China Telecom.

In Italia siamo solo alle prime sperimentazioni, avviate da Telecom Italia nel centro di Torino, dove sono state installate 14 antenne che garantiscono una velocità di banda superiore ai 144 Mbps. Una velocità di trasmissione dati eccezionale, che apre le porte, ad esempio, alla trasmissione di video Hd.

La Gsm Association prevede che entro 3/5 anni ci sarà un forte sviluppo di queste reti, citando un’indagine di Infonetic Research che ha stimato un numero di connessioni pari a 72 milioni entro il 2013.

Il primo telefonino Lte e' atteso per la seconda meta' di quest'anno. Intanto si lavora a nuovi standard da adottare sulla rete Lte per la trasmissione voce e per i messaggi: Gsm Association ha indicato di aver scelto come base il lavoro di “One Voice Initiative” (iniziativa sostenuta da molti operatori del settore) per indirizzare tutta l'industria del settore verso una soluzione comune.

15 Febbraio 2010