Telecom Italia, nel 2010 121 milioni per il broadband siciliano

DIGITAL DIVIDE

Impegno equivalente al 2009 per banda larga fissa e mobile. Lo ha annunciato il presidente Galateri nel corso di un incontro con il presidente della Regione Sicilia

di Davide Lombardi
Superamento del digital divide siciliano, con il completamento della copertura delle aree non ancora raggiunte dalla banda larga, e digitalizzazione della Pubblica Amministrazione regionale: ne hanno parlato ieri a Palermo Raffaele Lombardo, Presidente della Regione Sicilia, e Gabriele Galateri, Presidente di Telecom Italia, accompagnato dal responsabile dei rapporti con il territorio Paolo Annunziato.

Durante l’incontro Galateri ha sottolineato il forte impegno di Telecom per lo sviluppo delle infrastrutture di Tlc in Sicilia. Fra il 2006 e il 2009 la copertura della banda larga è aumentata dell’8% su rete fissa, arrivando a coprire il 98,7% della popolazione, e del 14% su rete mobile, raggiungendo l’82% della popolazione. Nel 2009 sono stati investiti in Sicilia 121 milioni di euro, di cui oltre 47 sul broadband fisso e mobile, e nel 2010, annuncia Galateri, l’impegno sarà equivalente.

“Il superamento del digital divide è essenziale per lo sviluppo dell’economia siciliana - ha detto Lombardo -; nelle prossime settimane si insedierà un tavolo per comprendere le reali esigenze della Sicilia e definire le tappe dell’intervento tecnico”. In quell’occasione, come ha annunciato lo stesso Lombardo, sarà individuata la località siciliana dove realizzare in forma sperimentale il progetto di Telecom “Città digitale”.

16 Febbraio 2010