Le telco francesi dicono sì al network sharing

PROGETTI

Accordo definitivo tra Orange, Sfr e Bouygues Telecom per accelerare la diffusione delle reti 3G e arrivare alla copertura completa entro il 2013

di Patrizia Licata
Gli operatori francesi dicono sì al network sharing - con una spinta importante da parte del regolatore del mercato Arcep, che da tempo chiedeva alle tre principali aziende del Paese di condividere le loro reti. E’ arrivato, dunque, l’accordo definitivo tra Orange, Sfr e Bouygues Telecom, progettato per accelerare, dice l’Arcep, la diffusione delle reti 3G in tutta la Francia e arrivare alla copertura completa della nazione entro la fine del 2013.

Il regolatore afferma di aver “agevolato” il raggiungimento e la definizione dell’accordo, che stablisce come i tre operatori condivideranno le loro reti 3G. I tre incumbent hanno anche discusso e raggiunto un accordo sui termini in base ai quali Free Mobile di Iliad sarà inclusa nel patto prima del 31 maggio 2010.

Il network sharing è un tema di acceso dibattito in Europa, ma poco si è fatto finora per mettere in pratica questa opzione, se si esclude la Scandinavia. La maggior parte degli analisti ritiene che i costi di realizzazione dell’Lte spingeranno verso una maggiore cooperazione tra gli operatori, così come la forte crescita del traffico dati sugli smartphone (che ha causato il collasso della rete di O2 a Londra pochi mesi fa).

25 Febbraio 2010