Sarmi: "In caso di scorporo ci interessa avere un ruolo nella rete"

L'AD DI POSTE

L'Ad di Poste Italiane pur ritenendo che l'operatore di Tlc "debba gestire l'insieme delle funzionalità, rete inclusa" non esclude la discesa in campo in caso di spezzatino. "Potremmo contribuire all'evoluzione dell'infrastruttura di base"

di Mila Fiordalisi
"Potremmo essere interessati ad avere un ruolo nella rete di telecomunicazioni, dato che questo ci permetterebbe di contribuire
all'evoluzione dell'infrastruttura di base''. Con queste parole, l'Ad di Poste Italiane Massimo Sarmi ha risposto alla domanda di Marigia Mangano nell'intervista pubblicata oggi dal Sole 24Ore, in merito all'interessamento dell'azienda in caso di scorporo della rete Telecom.

"Ritengo che l'operatore di Tlc debba gestire l'insieme delle funzionalità, inclusa la rete. Detto questo, se dovesse presentarsi l'eventualità di uno scorporo potremmo essere interessati ad avere in ruolo".

10 Marzo 2010