Telecom sotto pressione in Borsa, De Puyfontaine: "Contenti di essere azionisti"

IL TITOLO

La compagnia chiude una giornata nera con un -5,97%: pesa la debolezza delle Tlc europee e l'affanno di Piazza Affari. Al cda di oggi Recchi e Patuano hanno illustrato le linee guida del piano industriale. L'Ad di Vivendi: "Discussione proficua"

Tonfo in Borsa per Telecom Italia che chiude una giornata nera – nel pomeriggio il titolo era stato anche sospeso – con -5,97%. Il titolo paga la debolezza di tutto il stetore delle Tlc in Europa e l’affanno di Piazza Affari (-3,49%).

Sul fronte industriale da segnalare la riunione del cda che oggi si è riunito per iniziare a discutere del piano industriale che il presidente Giuseppe Recchi e l’Ad Marco Patuano presenteranno lunedì 15 febbraio.

Patuano ha illustrato le linee guida per la prima volta il progetto ai nuovi consiglieri in quota Vivendi. "Va tutto bene, abbiamo avuto una proficua discussione, abbiamo lavorato molto ma non abbiamo deciso nulla. Siamo ancora più contenti di essere qui", ha detto l'ad di Vivendi e consigliere Telecom, Arnaud De  Puyfontaine, al termine del cda.

Alla riunione erano presenti tutti i consiglieri. Nel piano industriale sarà valutata anche la cessione di una ulteriore quota, fino al 45%, della società delle torri di trasmissione, Inwit.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 28 Gennaio 2016

TAG: telecom, vivendi

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store