Fastweb e Sparkle: entro il 4 aprile la decisione del gip

IPOTESI COMMISSARIAMENTO

Prima delle festività pasquali il giudice Aldo Morgigni deciderà se commissariare o no le due aziende coinvolte nell'inchiesta sul riciclaggio

di Davide Lombardi
Arriverà prima di Pasqua la decisione del gip Aldo Morgigni sull’eventuale commissariamento di Fastweb e Telecom Italia Sparkle, le aziende coinvolte nella maxi-inchiesta sul riciclaggio. Lo riferiscono fonti giudiziarie, anche se l'udienza non è ancora stata fissata.

Entro il 4 aprile si decideranno dunque le sorti delle due aziende. Erano stati il procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e i pm Francesca Passaniti e Giovanni Di Leo ad avanzare la richiesta di commissariamento.

Ma il gip Aldo Morgigni valuterà anche le proposte alternative fatte dalle due aziende. Sia Fastweb che TI Sparkle hanno proposto l’inserimento di figure indipendenti e terze a capo delle aree di business coinvolte nell’inchiesta. Secondo fonti legali, se il gip decidesse di fissare un'udienza anzichè limitarsi a comunicare alle parti la sua decisione significherebbe che ha intenzione di approfondire con le due società la possibilità di evitare un commissariamento.

17 Marzo 2010