Banda ultralarga "everywhere", la nuova strategia di Tim

L'INTERVISTA

Convergenza multi canale e multi dispositivo, fisso-mobile e visione di contenuti Tv da ogni device disponibile. Sandra Aitala, responsabile Offerta Fisso-Consumer & Small Enterprise Market, spiega come la compagnia punta a battere la concorrenza

di Alessandro Longo

Un impegno continuo per migliorare velocità e copertura. Ma non solo. La strategia commerciale Tim per assicurare un successo alle offerte banda ultra larga passa anche dalla convergenza multi canale e multi dispositivo, fisso-mobile. L'obiettivo è condurre il cliente nel mondo banda ultra larga attraverso ogni via, come racconta Sandra Aitala, responsabile Offerta Fisso - Consumer & Small Enterprise Market di Tim.

In che cosa si caratterizzano le ultime vostre mosse commerciali?

Tim vuole proporre ai propri clienti soluzioni convergenti e questo lo stiamo attuando attraverso le nostre offerte di punta quali  la nuova fibra di Tim, che consente per un uso domestico della rete Internet e dei relativi servizi connessioni fino a 100 mega su FTTCab e fino a 300Mega su FTTH. Queste novità si avvalgono delle potenzialità della banda ultralarga per consentire alla clientela oltre che la convergenza fisso-mobile anche tra media e TLC, per fruire “anytime and anywhere” di contenuti di pregio. Quindi non soltanto nuove offerte sempre più veloci ma anche più integrate (fisso, mobile, TV, digital life), pensate per tutti i segmenti di clientela.

E in questo come pensate di differenziarvi dai concorrenti, che pure tendono a diventare più aggressivi sulla banda ultra larga?

Tim ha scelto di dare il massimo della velocità con la tecnologia FTTCAB e FTTH dando alle famiglie accesso alla rete ultrabroadband attraverso i device disponibili per una visione contemporanea di contenuti TV quali Timvision, la TV on demand di TIM, oltre a Sky, Premium on Line e Netflix e agli altri servizi d’intrattenimento musicale con TIMmusic e gaming on line. Infine grazie alla convergenza disponibile con Tim Smart la banda ultralarga segue il cliente anche fuori casa, grazie alle opzioni disponibili. Oggi Tim offre una copertura in fibra ottica in oltre 800 comuni e, per garantire un crescente livello di qualità, prevede di proseguire con gli investimenti nella rete di nuova generazione. Tim stima infatti di raggiungere l’84% della popolazione con fibra ottica e il 98% della popolazione con la rete mobile LTE (4G) a fine 2018, confermando il proprio impegno nello sviluppo infrastrutturale e nella digitalizzazione del Paese.,

Che cosa ci riserva il futuro, su questo fronte? 

Da nuove tecnologie nascono nuovi servizi. L’impegno di Tim è rendere accessibili servizi innovativi a un numero sempre crescente di clienti, da qualsiasi apparato e da qualsiasi luogo. Le soluzioni che Tim offrirà, sfruttando le potenzialità dell’ultrabroadband fisso e mobile, supportano la rivoluzione digitale in atto nella quotidianità. Si studia e si legge con il tablet, si ascolta la musica in streaming, si gioca online ma è forse la televisione che sta registrando la più importante rivoluzione che corre ormai sulla rete, integrando la TV lineare con il Video on Demand e con nuove formule di pay TV. Grazie alla connettività e alla qualità consentita dalla fibra stiamo proseguendo nella realizzazione di una infrastruttura di TLC sempre più performante che offre l’accesso al multimedia entertainment: film, serie TV,  musica, gaming e publishing.

L'infrastruttura può migliorare e diventare più capillare, ma se gli utenti non si abbonano è un problema. E i tassi di adozione in Italia sono deludenti. Come risolvere?

Tim sta registrando un costante aumento dell’adozione della fibra da parte dei clienti che ogni giorno passano alla nostra offerta Fibra. Il nostro obiettivo è rispondere alla crescente domanda mantenendo gli attuali alti standard.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 11 Marzo 2016

TAG: sandra aitala, tim, banda ultralarga, ultrabroadband

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store