Rai Way, fatturato e utili in crescita. Lascia Rossotto

IL BILANCIO

Chiuso il 2015 con ricavi a 212,3 milioni a +2,4% e utile netto a 38,9 milioni con un +16%. Il presidente lascia il Cda e l'azienda per passare in Lavazza come Chief financial officer

di A.S.

Il 2015 si chiude con il segno più per Rai Way, la società delle torri di trasmissione controllata dalla Rai. I ricavi si sono attestati a 212,3 milioni di euro, segnando un +2,4% rispetto ai 207,4 milioni del 2014: 177,4 milioni quelli riconducibili alla Tv di Stati, mentre 34,9 milioni derivano da altri broadcaster Tv, radio nazionali e regionali e operatori Tlc. Cresce del 16% l’utile netto, pari a 38,9 milioni. L’Ebitda, che nel 2015 include oneri non ricorrenti per 1,6 milioni, è pari a 107,8 milioni, in aumento del 3,1%, con un margine sui ricavi pari a 50,8% (50,4% nel 2014). L’utile operativo è inoltre pari a 61,9 milioni, in aumento del 14,2% rispetto ai 54,2 milioni dell’esercizio 2014, beneficiando di minori ammortamenti e accantonamenti.

Nel 2015 gli investimenti in infrastrutture attive e passive sono pari a 30,1 milioni, mentre l’indebitamento finanziario netto è di 41,6 milioni, in discesa i confronto ai 65,5 milioni del 2014. Per il 2016 l’azienda prevede un Ebitda adjusted pari a circa 110 milioni e investimenti di mantenimento inferiori al 10% dei ricavi.

Nella seduta di ieri il Consilglio d'amministrazione della controllata Rai ha inoltre registrato le dimissioni del presidente Camillo Rossotto (nella foto) dalla carica di amministratore, “in considerazione dei nuovi incarichi professionali recentemente assunti”: Rossotto, che era anche Cfo della Rai, passa in Lavazza sempre con la carica di Chief financial officer. La nomina del nuovo Presidente e di due nuovi amministratori ad integrazione del Cda è in programma per il 28 aprile in occasione della prossima assemblea.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 22 Marzo 2016

TAG: Camillo Rossotto, Rai Way, Rai, bilancio

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store