Telecom, chi sarà il nuovo Ad? Ecco chi sono i candidati favoriti

IL DOPO PATUANO

Da Francesco Caio ad Andrea Guerra, passando per Luigi Gubitosi e Flavio Cattaneo: su CorCom i curriculum dei possibili ad di Telecom Italia

di Federica Meta

Inizia a stringersi il cerchio sul nome del successore di Marco Patuano alla guida di Telecom Italia. I nomi in corcolazione, anche se qualcuno ha smentaito, sono quelli di  Francesco Caio, attuale numero uno di Poste e di Andrea Guerra, ex top manager di Luxottica. A più riprese si parla Luigi Gubitosi, ex numero uno di Wind poi alla direzione generale della Rai, anche se in realtà riflettori tornano a concentrarsi in realtà su Flavio Cattaneo. Nei giorni scorsi fonti vicine a Ntv hanno fatto sapere che "Cattaneo sta bene dove sta", ma in realtà i "botteghini" continuano a dare l'ex direttore generale della Rai fra i favoritissimi. Peraltro Flavio Cattaneo è già consigliere indipendente di Telecom Italia. A proposito di "continuità" fra i nomi spunta anche quello di un ex Telecom, Andrea Mangoni (è stato direttore generale per il Sud America fino al 2013).

A sopresa spunta anche il nome di Felicité Herzog, membro del cda Telecom in quota Vivendi e molto vicina a Bolloré.

Ecco chi sono e cosa fanno i papabili al timone di Telecom Italia.

FRANCESCO CAIO. Ad di Poste Italiane da aprile 2014, il manager napoletano inizia la sua carriera con De Bendetti, nel 1991, del quale diventa consigliere. Nel 1994, dopo la liberalizzazione del settore della comunicazione mobile e la prima asta per le frequenze GSM, Caio diventa capo di Omnitel, prima alternativa all'allora monopolista Telecom. Nel 1996 De Bendetti lo sceglie per la guida di Olivetti ma dopo un paio di mesi di scontri il manager lascia. Subito dopo passa a Merloni, come amministratore delegato del mobilificio di Vittorio. Segue un passaggio da Cable & Wireless, storica società britannica attiva nel campo delle telecomunicazioni. Lavora come consulente per Londra e per il governo italiano per la realizzazione delle reti a banda larga. Nel suo curriculum ci sono anche le banche d'affari: Lehman Brothers e Nomura Italia. Tra 2011 e il 2013 diventa Ad di Avio. Nel 2013 l'allora premie Letta lo nomina commissario all'Agenda digitale.

ANDREA GUERRA. Laureato in economia e commercio presso l'Università La Sapienza di Roma nel 1989, il manager inizia a lavorare in Marriott Italia fino a essere nominato direttore marketing. Nel 1994 passa in Merloni Elettrodomestici, venendo nominato, nel 2000, amministratore delegato. Nel 2004 passa a Luxottica, nello stesso anno è stato inserito nella lista del Financial Times delle "25 stelle del business". Nel dicembre 2014 dicembre diventa consigliere strategico del premier Renzi per le politiche industriali. A settembre 2015 Guerra lascia Palazzo Chigi per diventare presidente operativo di Eataly.

LUIGI GUBITOSI. Ex Ad di Wind e dg Rai, il manager ha ricoperto Dal 1986 al luglio 2005 ha ricoperto diversi incarichi nel Gruppo Fiat: direttore finanziario, vicepresidente e responsabile Tesoreria di Gruppo; è stato presidente del consiglio di amministrazione di Fiat Partecipazioni e membro del consiglio di amministrazione di Fiat Auto, Ferrari, CNH, Iveco, Itedi - Italiana Edizioni, Comau e Magneti Marelli. È stato membro del Consiglio di amministrazione di Cometa, fondo pensione dei metalmeccanici, e membro del Comitato organizzatore delle Olimpiadi degli scacchi svoltesi a Torino nel 2006. Il 30 novembre 2011 viene designato country manager e responsabile del corporate investment banking della Bank of America per l'Italia, ruolo che ricopre in maniera ufficiale dal 1º dicembre 2011. È professore nel corso avanzato di Finanza Aziendale presso l'Università LUISS Guido Carli dove ha insegnato anche Strategie d'Impresa. Il 17 luglio 2012 viene nominato direttore generale della Rai e rimane  in carica fino al 6 agosto 2015 quando gli succede Antonio Campo Dall'Orto.

FLAVIO CATTANEO. Da febbraio 2015 è Amministratore Delegato di Ntv, da marzo 2015 è Presidente di Domus Italia. Da dicembre 2014 è Consigliere indipendente di Generali Assicurazioni, da aprile 2014 è Consigliere indipendente di Telecom Italia. Da gennaio 2008 ad aprile 2015 è stato Consigliere indipendente in Cementir Holding S.p.A.. Da novembre 2005 a maggio 2014 Flavio Cattaneo è stato Amministratore Delegato di Terna. Dal 2008 al 2012 ha ricoperto la carica di Vice Presidente con delega per le politiche energetiche e Ambientali di UIR, Unione degli Industriali e delle imprese di Roma. Ha ricoperto rilevanti posizioni di responsabilità e amministrazione in diverse imprese italiane nei settori delle costruzioni, radiotelevisive, dei servizi, delle nuove tecnologie, di pubblici servizi e facility. Dal 1999 alla guida dell’ex Ente Autonomo Fiera Internazionale di Milano quale Commissario Straordinario, ne ha poi curato la quotazione in Borsa come Fiera di Milano S.p.A. diventandone Presidente e Amministratore Delegato fino al 2003. Flavio Cattaneo è stato Consigliere di Amministrazione di numerose società nel settore energetico (dal 1999 al 2001), tra cui la AEM di Milano (con la carica di Vicepresidente), la Serenissima Gas S.p.A., la Triveneta Gas , la Seneca  e la Malpensa energia. Da aprile 2003 viene designato al vertice della tv pubblica Rai quale Direttore Generale fino ad agosto 2005 curando anche la fusione con Rai Holding e la separazione contabile. Dal maggio 2006 al novembre 2009 è stato Presidente di Terna Participaçoes S.A., società controllata da Terna.

ANDREA MANGONI. Da giugno 2013 è consigliere e da marzo 2015 Direttore Generaledi Fincantieri.Dal 2013 è consigliere indipendente del Consiglio di Amministrazione di Prelios, mentre dal 2009 è membro indipendente del Management Board e dell’Investment Committee di Marguerite, che gestisce il fondo infrastrutturale della Banca Europea degli Investimenti, nonché consigliere di Amministrazione di Amber Capital Italia. È inoltre Presidente del Consiglio di Amministrazione di Energia Italiana e consigliere di TirrenoPower, nonché consigliere del Consiglio di Amministrazione di Sorint International e di Volterra (Atene). Ha iniziato la sua carriera occupandosi di progetti di ristrutturazione in Brasile e Argentina per l’Inter-AmericanDevelopment Bank (World Bank Group). Dal 1996 al 2003 in Acea è stato responsabile della Finanza Straordinaria (coordinando le attività relative alla quotazione della società) e dell’attività di Planning & Control, poi Direttore della Pianificazione Strategica e infine Group Chief Financial Officer. Dal 2003 al 2009 è stato Amministratore Delegato, dopo essere stato nominato Direttore Generale nel 2003, di Acea Electrabel. Dal 2009 al 2012 è stato Presidente Operativo e Group Chief Financial Officer di Sparkle, società responsabile della gestione del traffico e della rete internazionale di Telecom Italia. Dal 2012 ad aprile 2013 ha ricoperto il ruolo diDirettore Generale, responsabile dell’indirizzo e del controllo operativo di Tim Brasil, di cui è stato anche Amministratore Delegato, e Telecom Argentina. Dal 2013 al 2015 è stato Presidente eAmministratore Delegato di Sorgenia.

FELICITE' HERZOG. Nata il 23 aprile 1968, Herzog conseguito la laurea presso l’Institut d’Etudes Politiques de Paris e presso l’Insead (programma Mba). Nel 1992, è entrata a far parte di Lazard Frères a Parigi, ove ha svolto attività di consulenza nel team di consulenza del governo per il Gabon e la Russia in merito alle questioni di ristrutturazione del debito. Ha proseguito la sua carriera nel dipartimento di fusioni e acquisizioni di Lazard Frères a New York fino al 1996, quando è entrata a far parte del team di fusioni e acquisizioni di JP Morgan a Londra. Nel 1997, si è trasferita a Apax Ventures, un fondo di private equity a Londra, presso il quale si è specializzata negli investimenti nel campo delle telecomunicazioni in Europa. Nel 2000, è stata assunta da Madison Dearborn Partners, un fondo statunitense di private equity a Londra, presso il quale ha supervisionato gli investimenti dello stesso tipo. Nel 2002, diventa Vice Presidente del settore Fusioni e Acquisizioni del Gruppo Publicis, nell’ambito del quale si è occupata della supervisione e dell’implementazione di operazioni di fusione, cessione e acquisizione nel settore dei servizi di pubblicità e di marketing. Nel 2007, è entrata a far parte di Areva in qualità di Senior Vice President of Development, responsabile della consulenza organizzativa, dell’ottimizzazione delle strutture, del controllo dei costi e dell'ottimizzazione della gamma di prodotti, prima di essere nominata vice Amministratore Delegato di Technicatome, una società controllata di Areva che produce reattori nucleari per la propulsione navale. Dal 2013, Herzog è Amministratore Delegato di Apremont Conseil, una società di consulenza strategica e, dal marzo 2015, presta la sua attività professionale in qualità di senior adviser presso Ondra Partners, una società di consulenza finanziaria.

Al vaglio ci sarebbe anche  il nome di René Obermann, ex ceo di Deutsche Telekom e il numero uno di Virgin Media, Tom Mockridge.

 

 

 

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 22 Marzo 2016

TAG: telecom italia, nuovo ad, flavio cattaneo, luigi gubitosi, francesco caio, andrea guerra

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store