Pier Silvio Berlusconi: "Fusione Telecom-Telefonica? Non ci preoccupa"

PIER SILVIO BERLUSCONI

Mediaset è socio di Telefonica nella piattaforma tv a pagamento Digital Plus. Il destino dell'azienda potrebbe dunque incrociarsi con quello di Telecom Italia. Berlusconi junior agli analisti: "La cosa al momento non ci riguarda". E il presidente Confalonieri: "Frequenze insufficienti per il Dtt Sky"

di Mila Fiordalisi
"L'eventuale fusione fra Telefonica e Telecom Italia non ci preoccupa e soprattutto non ci riguarda direttamente". Con queste parole il vice presidente di Mediaset, Pier Silvio Berlusconi ha risposto agli analisti in occasione della presentazione alla comunità finanziaria dei dati di bilancio 2009.

L'azienda attraverso Telecinco, è socia con Telefonica di Digital Plus, la piattaforma televisiva a pagamento del gruppo Prisa. Di qui l'interessamento degli analisti in merito al ruolo di Mediaset in caso di fusione fra il colosso spagnolo delle Tlc e l'azienda italiana capitanata da Franco Bernabè. "Telecom Italia non è cosa che al momento ci riguarda" ha puntualizzato il Vp di Mediaset.

Il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri è intervenuto contro la "pretesa" di Sky "di ottenere con largo anticipo rispetto agli impegni europei la possibilità di acquisire frequenze terrestri". 'Noi diciamo che non ci sono cambiamenti tali sul mercato che consentano al monopolista satellitare di acquisire le scarse frequenze di trasmissione - ha detto Confalonieri - già insufficienti per gli operatori attuali".

24 Marzo 2010