Mobile tv già a fine corsa. Nel futuro catch-up e on-demand

TREND

Harmonic: "La mobile tv in versione live è morta, ma per i video futuro in rosa"

di Patrizia Licata
La tv mobile live non ha futuro: è il video on-demand il mercato su cui puntare. In occasione dell’Iptv World Forum di Londra, il senior director delle soluzioni di convergenza di Harmonic (azienda che fornisce soluzioni video), Thierry Fautier, ha ammonito le telco a considerare con attenzione il lancio di offerte di tv mobile in diretta, consigliando di scegliere invece servizi di catch-up Tv in streaming.

"La tv mobile live non cattura audience, ha un accesso limitato”, secondo Fautier. “Le persone non stanno sedute di fronte al cellulare a guardare la tv”, ha spiegato. I servizi di tv in diretta del tipo stand-alone sono obsoleti. “La tv oggi non è solo broadcast, occorre sfruttare i diversi tipi di trasmissione possibili”, come il side-loading e l’unicast, ha aggiunto.

Le considerazioni di Fautier sono arrivate a commento dell’annuncio che Swisscom abbandonerà la sua offerta di tv mobile a favore di un nuovo servizio IpTv multi-screen, ovvero in grado di portare i contenuti non solo sugli apparecchi handheld, come gli smartphone e i cellulari, ma anche su televisori e Pc. L’operatore svizzero ha spiegato la decisione di rinunciare al servizio Dvb-h sostenendo che ci sono pochi device compatibili, ma secondo Fautier “i clienti non erano interessati alla mobile tv di Swisscom”.

La scelta giusta, secondo Harmonic, è concentrarsi sui servizi di catch-up tv (come Bbc iPlayer) verso gli apparecchi mobili. "La catch-up tv è il futuro... anche i contenuti live stanno diventando on-demand perché le persone vogliono avere la possibilità di accedere quando è più comodo”, ha affermato Fautier. Harmonic vede non tanto una convergenza tra l’industria del mobile e quella della tv, quanto "il mondo di Internet che entra nel mondo del mobile". “Al momento i Pc sono ancora 10 volte più importanti per guardare la catch-up tv rispetto al telefono cellulare”, ha sottolineato Fautier.

Il top manager di Harmonic ha anche consigliato agli operatori di trovare modi per offrire i servizi di mobile tv tramite le loro reti mobili o il wifi, piuttosto che costruire network dedicati. “Se si usa l’infrastruttura esistente, il capex è zero”, ha sottolineato. “La tv mobile è morta, ma il video mobile ha un lungo futuro davanti”.

26 Marzo 2010