Bharti alla conquista dell'Africa: sul piatto 10,7 miliardi di dollari

NUOVI MERCATI

Zain vende gli asset mobili alla company indiana. Il presidente Sunil Barthi Mittal: "Ora siamo una telco company globale"

di Patrizia Licata
L’operatore mobile di Medio Oriente e Africa, Zain, ha firmato l’accordo finale per la vendita del 100% di Zain Africa all’indiana Bharti Airtel. Zain Africa, che ha un valore di impresa di 10,7 miliardi di dollari, comprende tutte le attività mobili di Zain nel continente, escluse quelle di Marocco e Sudan. L’equity value è di 9 miliardi, che saranno pagati quasi tutti subito e interamente in contanti. Bharti Airtel assumerà su di sé anche il debito di Zain Africa di 1,7 miliardi di dollari. Se poi ci sarà l’approvazione degli azionisti e la restituzione di un credito rotativo pari a 4 miliardi di dollari, Zain intende distribuire un’ampia fetta dei guadagni netti dell’operazione agli azionisti in forma di dividendi.

“Questa transazione dà forma concreta al valore che abbiamo creato per i nostri azionisti negli ultimi cinque anni”, commenta il presidente di Zain Group, Asaad Al Banwan. “Dopo l’acquisizione di Celtel nel 2005, siamo cresciuti sensibilmente divenendo uno degli operatori mobili leader in Africa e siamo orgogliosi del contributo che Zain Africa ha dato allo sviluppo delle comunicazioni in tutto il continente”.

Per il Ceo del gruppo, Nabeel Bin Salamah, “La transazione permette ora a Zain di concentrarsi sulle operazioni che generano più guadagno nel Medio Oriente e di migliorare la sua situazione patrimoniale. Crediamo molto nelle prospettive di crescita in Medio Oriente e pensiamo che Zain sia in posizione ottimale per catturare tali opportunità”.

Quanto a Bharti (che ha lanciato i servizi mobili in India nel 1995, a Sri Lanka nel 2009 e ha acquisito Warid in Bangladesh a gennaio 2010), l’acquisizione delle attività di Zain in 15 Paesi africani porta la sua base clienti totale a circa 179 milioni in 18 Paesi. Il presidente e managing director Sunil Bharti Mittal sottolinea: “Questo accordo è una pietra miliare per l’industria delle telecomunicazioni globale e fa entrare Bharti Airtel in una nuova fase. Fatto ancora più importante, questa transazione è un primo pionieristico passo verso una cooperazione sud-sud e il rafforzamento dei rapporti tra India e Africa. Con questa acquisizione, Bharti Airtel si trasforma in una vera telecom globale, una multinazionale di livello mondiale”.

Per Mittal le opportunità di crescita in Africa sono enormi: questo è “il continente della speranza e dell’opportunità. Siamo convinti che la forza del nostro marchio e lo storico legame con l’Africa, uniti al nostro business model, unico nel suo genere, ci permetteranno di far fruttare pienamente il potenziale di questi mercati emergenti. Collaboreremo con i diversi governi per portare servizi telefonici a prezzi convenienti alle aree più remote e colmare il digital divide”.

31 Marzo 2010