Telecom Italia verso l'accantonamento degli oneri di Sparkle

RICICLAGGIO

La somma da mettere da parte in un fondo rischi o in un'altra voce contabile sarebbe superiore ai 330 milioni di euro a fronte di sanzioni per 493 milioni

di Enzo Lima
Sventato il rischio commissariamento della controllata Sparkle, Telecom Italia valuta di effettuare una maxi-accantonamento sul bilancio 2009 in relazione alle vicissitudini della frode carosello.
A riportale il Messaggero secondo cui non sarebbero ancora stati definiti né l'ammontare né le modalità tecniche dell'operazione, ma dalle prime indicazioni scaturite dal pool di consulenti che assiste Franco Bernabè sta emergendo che la somma da mettere da parte in un fondo rischi o in un'altra voce contabile sarebbe superiore ai 330 milioni di euro a fronte di sanzioni per complessivi 493 milioni.
Venerdì dovrebbe riunirsi il comitato per il controllo interno di Telecom, in vista del consiglio che lunedì approverà il rendiconto e l'aggiornamento del piano industriale al 2012.

07 Aprile 2010