Cellulari, Zte punta al terzo posto globale

SISTEMI OPERATIVI

Il vendor cinese punta a distribuire 80 milioni di terminali mobili (cellulari e data card) entro la fine del 2010 e a scalzare Lg dalla sua quota di mercato entro il 2015

di Patrizia Licata
Zte potrebbe diventare la prima azienda del mondo a portare sul mercato cellulari dotati dell’ultimissimo sistema operativo Microsoft: il vendor cinese ha confermato che sta lavorando su nuovi device che girano su Windows Mobile 7 e di avere “un’eccellente collaborazione” con la casa di Redmond, come dichiarato da Zhang Xiaohong, vice presidente dell’unità handset product system di Zte, in un incontro con la stampa a Shanghai. La top manager cinese non ha fornito una roadmap precisa per il lancio sul mercato, ma ha spiegato che Zte “procederà di pari passo con l’agenda Microsoft”.

E' già programmata invece, per la prossima settimana, l’introduzione sul mercato britannico di un nuovo telefonino Zte con la collaborazione di un partner locale; il produttore cinese non ha specificato di quale device si tratterà ma gli esperti del settore si aspettano che sia un telefonino della serie Blade basato sul sistema operativo Android di Google.

Zte sta lavorando infatti con diversi Os, non solo Android e Windows Mobile ma anche Linux. La Microsoft ha presentato Windows Mobile 7 al Mobile world congress di Barcellona di quest’anno, ma ancora nessun produttore ha introdotto device basati sul nuovo sistema operativo dell’azienda di Bill Gates.

Il gruppo di Shenzhen potrebbe dunque essere tra i primi e il lancio di telefonini con Windows Mobile 7 darebbe un importante contributo al suo obiettivo di diventare uno dei tre maggiori produttori mondiali di handset entro il 2015: il vendor cinese è convinto di avere un vantaggio rispetto ai rivali occidentali e sud-coreani grazie alla capacità di collaborare con gli operatori mobili personalizzando i device in base alle loro necessità (la maggior parte dei telefonini Zte ha infatti il marchio dell’operatore o è co-branded).

Zte ha distribuito 60 milioni di terminali mobili nel 2009, di cui 40 milioni di telefonini e 20 milioni di data card. L’obiettivo è arrivare a 80 milioni di unità nel 2010 e 100 milioni nel 2011, anche se l’azienda non ha specificato quale sarà la quota dei cellulari e quale delle data card. Il terzo posto nella classifica mondiale dei produttori spetta attualmente a Lg: scalzarla dal podio non sarà facile, visto che il produttore sud-coreano ha venduto 117,9 milioni di handset nel 2009 (100,7 milioni nel 2008) e intende venderne 140 milioni quest’anno.

13 Aprile 2010