Telecom Italia Media dà più poteri all'Ad Nanni

LE DECISIONI DEL CDA

Il cda di Telecom Italia Media ha confermato la carica di amministratore delegato a Mauro Nanni, attribuendogli i poteri necessari per la gestione operativa della società. Il consiglio ha inoltre esaminato il calendario della procedura di valorizzazione degli asset digitali dell’operatore di rete.

Ha già preso avvio una prima fase al termine della quale sarà selezionata una lista di potenziali acquirenti sulla base della presentazione di offerte non vincolanti. Inizierà successivamente una seconda fase che, dopo un periodo di due diligence, si concluderà con la richiesta di offerte "vincolanti". Saranno quindi selezionati i soggetti per la negoziazione finale.

L'Assemblea ordinaria e straordinaria degli azionisti di Telecom Italia Media ha esaminato e approvato, in sede ordinaria, il bilancio dell'esercizio 2008 che si è chiuso con ricavi pari a 97,4 milioni di euro (95,8 milioni di euro nel 2007). L'EBITDA è pari a -65,8 milioni di euro, in miglioramento rispetto all'anno precedente del 9,5% (-72,7 milioni di euro nel 2007). L'EBIT è pari a -91,7 milioni di euro, in miglioramento rispetto all'esercizio precedente del 3,7% (-95,2 milioni di euro nel 2007). Il risultato netto di Telecom Italia Media S.p.A. è pari a -80,4 milioni di euro (-79,4 milioni di euro nel 2007).

In sede ordinaria, l'Assemblea, ha provveduto inoltre a confermare Marco Patuano, Mauro Nanni e Eugenio Palmieri Consiglieri di Amministrazione della Società. Patuano era già stato cooptato come membro del Consiglio della Società durante la riunione consigliare del 22 settembre 2008, in sostituzione di Enrico Parazzini, mentre Nanni e Palmieri erano già stati cooptati come membri del Consiglio della Società durante la riunione consiliare del 26 febbraio 2009, in sostituzione dei dimissionari Antonio Campo Dall'Orto e Giovanni Sabbatucci.

L'Assemblea, in sede ordinaria, ha integrato il Collegio Sindacale, confermando nella carica di Sindaco effettivo Stefano Morri e nominando Sindaco supplente Michela Zeme.
In sede straordinaria, l'Assemblea, ha approvato l'eliminazione di una clausola relativa ad un vecchio piano di stock option ormai estinto (art. 5.3), e ha rinnovato la delega a emettere azioni (autorizzazione in essere in scadenza al prossimo mese di maggio), modificando l'articolo 5.4 dello Statuto.


 

 

06 Aprile 2009