San Giorgio di Piano "all fiber", in Emilia Romagna sprint sulle Ngn

IL PROGETTO

Il Comune anticipa gli obettivi del piani regionale grazie anche alla Rete Lepida. Accordo con Nexusway per la posa nelle tubazioni dell'illuminazione pubblica

San Giorgio di Piano città "all fiber". Grazie alla presenza della Rete Lepida, il Comune emiliano aveva già intrapreso la direzione individuata dalla Regione Emilia Romagna nel febbraio 2016, attuando interventi finalizzati alla diffusione della Banda Ultra Larga nel territorio comunale.

Alla fine del 2014 il Comune di San Giorgio di Piano ha infatti firmato con un operatore privato una Convenzione per la realizzazione di opere finalizzate alla fornitura di Banda Larga e Ultra Larga per i cittadini e le imprese.

L’accordo ha previsto che il Comune mettesse a disposizione le proprie le proprie dotazioni infrastrutturali (nello specifico le tubazioni dell’illuminazione pubblica) in termini di diritto d’uso, di posa e di manutenzione; all’interno di queste tubazioni Nexusway Srl ha posato la fibra ottica per garantire agli utenti finali servizi di connessione finora non raggiungibili con le tradizionali linee telefoniche. Una delle condizioni di particolare interesse è che i servizi offerti dovessero avere un costo comparabile o inferiore a quanto effettuato in media dai gestori nei Comuni italiani di grossa dimensione laddove il servizio si è già sviluppato.

L’accordo chiaramente non esclude che eventuali altri operatori di telecomunicazioni possano, anche in tempi successivi, posare ulteriori infrastrutture, a patto che poi riservino agli utenti offerte concorrenziali.

Interventi prioritari sono stati quelli rivolti alle imprese, si è quindi partiti realizzando le infrastrutture  nella zona industriale localizzata verso sud (polo produttivo di Stiatico), nonché l’area industriale di via dell’Artigiano, prossima alla stazione dei treni.

Ad oggi tre imprese stanno già usufruendo del servizio, con tagli di banda superiori ai 100Mbps, mentre per altre i lavori sono in corso. La convenzione prevede anche, a diretto vantaggio di tutta la comunità, la concessione al Comune dell’uso gratuito di ulteriori quattro fibre ottiche spente in tutta l’infrastruttura di dorsale realizzata, che potranno essere esercite dal Comune, per mezzo di LepidaSpA, per le attività della pubblica amministrazione, come le scuole o punti di WiFi pubblico.

“Appena ci siamo insediati abbiamo capito fin da subito fosse necessario costruire un piano coraggioso per l'infrastrutturazione digitale di tutta la Regione - fanno sapere dalla Regione - Nel 2020 vogliamo un territorio a differenze zero e totalmente cablato con banda ultralarga ad almeno 30 Mbps. Questi interventi a San Giorgio di Piano rientrano pienamente nel nostro impegno per dotare cittadini e imprese di connettività per poter competere e risultare competitivi. Insieme al Governo, molto attento a queste tematiche, e a fondi importanti pari a 255 milioni di euro taglieremo il traguardo entro il 2020, abbattendo il digital divide per L'Emilia-Romagna”.

“In campagna elettorale ci eravamo espressi per lo sviluppo della banda ultra larga per dare alle imprese presenti sul nostro territorio strumenti per migliorare la competitività. Fin dai primi mesi di mandato avevamo sottoscritto una convenzione con un operatore privato presente sul nostro Comune - dice il sindaco di San Giorgio di Piano, Paolo Crescimbeni - Oggi oltre alla presenza di operatori nazionali in alcune zone del Comune (principalmente i centri abitati) si è riusciti, grazie a questo operatore e al supporto di Lepida S.p.A., a completare le opere infrastrutturali informatiche principali. Grazie a queste collaborazioni si è riusciti nei mesi scorsi a concludere positivamente questo percorso accelerando un processo i cui tempi non sarebbero stati certi per le imprese. Oggi queste due aree hanno adeguate infrastrutture di rete a banda ultra larga, diversamente da gran parte del territorio nazionale. Siamo convinti che tante altre aziende presenti comprenderanno tale opportunità aderendo alla proposta”

“Nel corso del 2016 LepidaSpA ha messo a disposizione un nuovo modello per il trasporto di Banda Ultra Larga in luoghi dove non ci sono apparati già attivi, ma vi è la presenza di fibra di LepidaSpA - spiega LepidaSpa - Stiatico è stato il primo luogo dove questo modello è stato ipotizzato raggiungendo una banda aggregata a favore dell’Operatore di 300bps. Siamo molto contenti che grazie a questo modello il Comune e Nexusway hanno potuto attivare un’area industriale che altrimenti sarebbe rimasta in digital divide”.

 

 

 

Nexusway Srl: “All’alba della trasformazione delle linee da bassa velocità ad alta velocità, “Banda Ultra-Larga”, Stiatico, come tante altre zone, può ora beneficiare di Servizi in Fibra Diretta. La tecnologia utilizzata, FTTH (Fiber To The Home), consente di fornire servizi competitivi, upgradabili e sempre all’avanguardia, in concorrenza ai grossi Player del Mercato. La presenza dell’Operatore Locale permette di essere al fianco di ogni tipologia di utenza, posizione decisamente diversa dal “classico” Gestore.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 09 Gennaio 2017

TAG: lepida, emilia romagna, san giorgio di piano, paolo crescimbeni

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store