Mobile banking, la nuova killer application

MOBILE BANKING

Berg Insight: il numero globale di utenti destinato a raddoppiare entro l'anno. Per telco e produttori di telefonini si apre il business dei servizi finanziari in mobilità

di Patrizia Licata
Grandi opportunità per i produttori di handset e gli operatori mobili si aprono grazie alla prossima esplosione del business dei servizi bancari in mobilità, i cui utenti nel mondo, secondo Berg Insight, arriveranno a 894 milioni nel 2015, da 55 milioni nel 2009, crescendo ad un tasso annuale composito del 59,2%. Nell’ultimo anno molti dei maggiori player sia dell’industria delle telecomunicazioni che del settore finanziario hanno moltiplicato le iniziative per portare servizi finanziari a tutte le persone ancora non raggiunte dalle classiche filiali bancarie, nota la società di ricerche.

L’Asia-Pacifico in particolare, secondo Berg Insight, diventerà il mercato più importante, arrivando a rappresentare oltre la metà della base utenti totale. Ma il mobile banking svolgerà un ruolo chiave anche nel portare i servizi finanziari alle popolazioni del Medio Oriente e dell’Africa.

Diverso l’utilizzo della tecnologia nei mercati sviluppati di Europa e Nord America, dove servirà come estensione delle banche online già esistenti e sarà sempre più usata man mano che aumenterà l’uso dei device mobili per l’accesso a Internet. Berg Insight prevede che, entro il 2015, il mobile banking avrà 115 milioni di utenti in Europa e 86 milioni in Nord America.

“Il numero globale di utenti del mobile banking è più che raddoppiato tra il 2008 e il 2009 e di nuovo dovrebbe quasi raddoppiare nel 2010. I device mobili sono in una posizione eccellente per diventare il canale digitale primario per i fornitori di servizi bancari e finanziari verso i mercati emergenti”, commenta Marcus Persson, Telecom analyst di Berg Insight. “Le persone che si abbonano oggi per la prima volta a un servizio di telefonia mobile saranno probabilmente le stesse ad aprire il loro primo conto in banca domani e gli operatori mobili possono svolgere un ruolo attivo nella creazione, in futuro, di alcuni dei più importanti istituti finanziari con sede in Africa e Asia”.

Oltre al retail banking, lo studio analizza il fenomeno del trasferimento internazionale di denaro come importante fonte di entrate per l’industria mobile: Berg Insight prevede che dal 3 al 15% dei trasferimenti internazionali di denaro attualmente gestiti da reti diverse sarà effettuato tramite cellulare entro il 2015, generando entrate per 1,2–6,2 miliardi di dollari.

23 Aprile 2010