Tlc in Germania, Obermann: sul piatto 50 mld in 10 anni

INVESTIMENTI

Secondo il Ceo di DT servono reti veloci ed efficienti per soddisfare la crescente domanda di servizi innovativi. "Il cliente medio avrà bisogno di 15 Gb al mese"

di Patrizia Licata
Qual è lo sforzo finanziario necessario per l’industria delle telecomunicazioni per aggiornare le reti e portare agli utenti servizi di nuova generazione? A quantificarlo è il Ceo di Deutsche Telekom, Rene Obermann: l’investimento dell’industria in Germania nei prossimi dieci anni ammonterà a 40-50 miliardi di euro, secondo le dichiarazioni riportate dal quotidiano Sueddeutsche Zeitung. E ciò soprattutto perché gli utenti vogliono una navigazione ultra-veloce.

“Stiamo evolvendo verso un mondo che si misura in gigabyte", afferma Obermann. I manager devono affrontare una difficile sfida perché le persone sempre più spesso accedono alle applicazioni di Internet tramite i device mobili. “Noi stiamo lavorando sulla previsione che tra dieci anni il cliente medio avrà bisogno ogni mese di 10-15 gigabyte o anche di più", dice Obermann, e questo ovviamente richiederà reti molto veloci ed efficienti.

Il Ceo di Deutsche Telekom dichiara anche di essere a favore di una liberalizzazione delle regole del mercato telecom, di modo che i diversi segmenti, privi di alcun monopolio, siano liberi di agire rispondendo alle necessità del mercato. Obermann critica l’applicazione da parte dei governi di normative nazionali a gruppi internazionali.

27 Aprile 2010