Tiscali: l'Ebit torna positivo e migliora la posizione finanziaria

BILANCIO 2009

Dal rosso di 17,4 milioni del 2008 si passa a un Ebit di 24,7 milioni. I clienti Adsl a quota 570mila, in aumento quelli in dual play

di Alessandro Castiglia
Tiscali Italia ha chiuso il 2009 con un risultato operativo lordo (Ebitda) di 88,1 milioni di euro (31% dei ricavi) in crescita del 16% rispetto al dato di 76,3 milioni di euro (24% dei ricavi) del 2008. A livello di risultato operativo (Ebit) ha realizzato nel 2009 un risultato positivo per 24,7 milioni rispetto alla perdita di 17,4 milioni di euro dell’esercizio 2008.

Al 31 dicembre 2009 la posizione finanziaria netta del gruppo è negativa per 211,2 milioni di euro, in decisivo miglioramento rispetto al dato negativo per 601,1 milioni di euro al 31 dicembre 2008 (riferita alle sole attività in funzionamento), mentre la posizione finanziaria netta redatta secondo la comunicazione Consob n. Dem/6064293 risulta essere pari a 224,4 milioni
di Euro al 31 dicembre 2009.

Alla fine dell’esercizio 2009, gli utenti Adsl in Italia sono circa 570 mila, di cui 387 mila clienti diretti (Ull) e 303 mila sono clienti dual play, questi ultimi in aumento del 19% YoY. Gli investimenti nell’esercizio 2009 sono stati pari a circa 40,8 milioni di euro e riguardano l’estensione della rete unbundling ed i conseguenti investimenti operativi relativi alla connessione ed attivazione dei nuovi clienti Adsl.

Redditività in crescita anche per il Gruppo. La società ha chiuso il 2009 con ricavi in calo dai 325,1 milioni di euro del 2008 a 290,3 milioni, ma con un risultato operativo lordo (Ebitda) prima degli accantonamenti di 88,2 milioni di euro, in aumento del 2,7% rispetto al risultato operativo lordo di 85,9 milioni di euro registrato nell’esercizio 2008. Il risultato operativo (Ebit) del 2009, al netto degli accantonamenti, svalutazioni e dei costi di ristrutturazione pari a 10 milioni, è positivo per circa 11,4 milioni di euro, rispetto al dato negativo di 14,2 milioni di euro nel 2008.

“Il risultato netto del gruppo dell’esercizio 2009, è negativo per 384,8 milioni rispetto alla perdita netta di 242,7 milioni di euro nel 2008 – fa sapere la società -. L’incremento della perdita riflette prevalentemente le minusvalenze registrate per la cessione della controllata Uk e di TiNet per circa 372,4 milioni di euro, minusvalenza attribuibile per 345 milioni di euro alla cessione della controllata Tiscali Uk, inclusa la contabilizzazione”.

Nel quarto trimestre 2009 l’Ebit è stato positivo per 6,1 milioni, l’utile netto consolidato positivo per 33,5 milioni di euro.

28 Aprile 2010