Ei Towers-Rai Way, Barbieri: "Ostacoli ancora da superare"

TORRI

Il numero uno delle torri controllate da Mediaset esclude il ritorno in auge del progetto di fusione: "Zero contatti". Focus su eventuali acquisizioni nell'Europa continentale per società con torri miste Tv-Tlc

"Zero contatti" tra Ei Towers e Rai Way dopo le indiscrezioni di alcune settimane fa sul ritorno in auge del progetto di aggregazione tra i due gruppi per la creazione di un polo delle torri del segnale televisivo. Lo ha detto Guido Barbieri, amministratore delegato di Ei Towers, a margine della assemblea degli azionisti.

"Non abbiamo avuto alcun contatto né con Rai né con Rai Way - ha detto - A quanto ci risulta gli ostacoli all'operazione, cioè il mantenimento del 51% in capo a Rai e il percorso Antitrust tutto da fare, sono ancora li'". Barbieri ha confermato l'interesse per eventuali acquisizioni "nell'Europa continentale" ma con un approccio "molto lucido" da parte di Ei Towers: attenzione per processi su società più simili alla stessa Ei Towers e quindi con un portafoglio torri misto tra tlc e tv, minore disponibilità invece a partecipare a aste su società prevalentemente di torri telefoniche solitamente nel mirino di gruppi come Cellnex o come le tower company americane. Non più d'attualità invece il dossier Inwit, per la quale Ei Towers aveva presentato una proposta nel 2016, vista la volontà di Tim di considerare la controllata come strategica.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 20 Aprile 2017

TAG: polo torri, rai way, ei towers, barbieri

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store