Unified Communication su misura di Pmi

ITALTEL e CISCO

Italtel e Cisco annunciano la nuova soluzione congiunta di comunicazione IP Agile Service Architecture (ASA), dedicata al mondo delle piccole-medie imprese (PMI). Questa soluzione innovativa permette agli utenti di aziende multi-sede di avere le medesime esperienze di comunicazione unificata (quali rubrica aziendale comune, rubrica individuale sincronizzata con altre rubriche personali su pc o smartphone, servizi in mobilità) indipendentemente dalla sede in cui operano.
Scheda tecnica

Agile Service Architecture (ASA) consente ai Service Provider e agli operatori di telecomunicazione di offrire ai propri clienti del segmento piccole e medie imprese servizi efficaci di Unified Communication sostituendo i loro centralini IP con il Cisco Unified Communications Manager Express (Unified CME). La soluzione ASA offre una suite di servizi avanzati di Unified Communication, in modalità “hosted”, integrando la LAN (Local Area Network) con il sistema telefonico IP presente nella sede del cliente. Fornisce inoltre un sistema virtuale di IP Telephony ai clienti che dispongono di più sedi.

“Con la soluzione ASA e l’Italtel Communication Service Expander ci aspettiamo che i Service Provider migliorino la loro profittabilità creando una differenziazione nel mercato delle PMI, introducendo nuove fonti di ricavo relative alla loro base installata e accrescendo i profitti annuali per utente, con una contemporanea minimizzazione dei costi” afferma Rubens Malloggi, Italtel Global Alliance Lead in Cisco. “Crediamo anche che ASA sarà un elemento chiave per aiutare i Service Provider a semplificare il loro business. Infatti ASA offre servizi di Unified Communications da un ambiente “hosted”, completamente integrato con la rete di comunicazione IP presente nella sede del cliente. Il 2010 si prospetta come un anno promettente per l’alleanza Italtel-Cisco nel mercato dei servizi gestiti”.

“Il nostro application server iCSE, integrato nella piattaforma ASA, consente ai Service Provider di centralizzare il provisioning e la gestione di nuove applicazioni e permette di offrire e customizzare in maniera semplice una serie di nuovi servizi come ad esempio quelli legati alla mobilità, una esigenza molto sentita dalle PMI indipendentemente dal fatto che abbiamo una sede unica o più sedi” spiega Marco Casucci, responsabile Service Enablers Development in Italtel. “Inoltre, la soluzione congiunta di Italtel e Cisco rende più semplice ed economicamente conveniente per i Service Provider mantenere e mettere in campo nuove applicazioni web 2.0 utilizzando una architettura comune”.

04 Maggio 2010