2012, l'anno del 4G. Td-Lte vero jolly del mercato

STUDIO ABI

Tra due anni un miliardo di persone saranno raggiunte dal 4G. Anche il WiMax può avere tassi di adozione interessanti, se i carrier migreranno verso lo standard aggiornato

di Patrizia Licata
Il 2012 sarà l’anno cruciale per lo sviluppo del 4G, secondo Abi Research: per la fine di quell’anno le persone raggiunte da Lte e WiMax arriveranno a un miliardo. In questi due anni, gli operatori mobili cerceranno di ottenere le licenze per l’Lte e già entro la fine del 2010 venti carrier entreranno sul mercato. La copertura dell’Lte inizierà negli hotspot urbani per allargarsi gradualmente e soddisfare la crescita esplosiva del traffico dati. Il WiMax attualmente raggiunge meno persone dell’Lte, ma tra due anni sarà in vantaggio, con 600 milioni di persone coperte.

A fine 2012, Abi prevede 150 milioni di abbonati al 4G. Come si divideranno questi utenti tra le due tecnologie a disposizione? La scelta del WiMax dipenderà molto, sostiene Abi, dall’aggiornamento tecnologico: i carrier dovranno migrare alla versione 802.16m. Vendor WiMax come Motorola e Huawei si stanno già attrezzando per offrire lo standard "802.16e+", che contiene delle caratteristiche dell’802.16m.

"Ma il vero jolly del mercato è rappresentato dall Td-Lte," afferma il VP for forecasting di Abi, Jake Saunders. "Inizialmente pensato come evoluzione tecnologica per il carrier Td-Scdma China Mobile, oggi attrae l’interesse anche di alcuni operatori WiMax. Molto si deciderà nei prossimi anni."

Aggiunge il practice director di Abi, Philip Solis: "Alcuni provider del WiMax potrebbero passare al Td-Lte, ma alcuni lo faranno solo per avere un percorso alternativo e soddisfar gli investitori. I grandi operatori mobili andranno avanti con l’Lte, sia sullo spettro Fdd che su quello Tdd”.

14 Maggio 2010