Infranta la barriera del Gigabit: più vicini al 5G

LA PARTNERSHIP

Ericsson, Verizon e Qualcomm raggiungono nei test la velocità di 1,07 Gbps. Fredrik Jejdling: "Pietra miliare nella strada verso il nuovo standard. Lavoriamo per migliorare l'esperienza degli utenti finali e sviluppare nuove funzionalità grazie ad una maggiore efficienza spettrale sull'Lte"

di A.S.
5g

Effettuare un douwnload da rete mobile a una velocità superiore al gigabit per secondo è una realtà. A superare la barriera e raggiungere una velocità di download di 1,07Gbps sono stati Verizon, Ericsson e Qualcomm Technologies, realizzando un primato per l’industria grazie ad una infrastruttura di rete e di silicio commerciale. Nei test, effettuati nei laboratori Ericsson, è stato utilizzato il modem Qualcomm Snapdragon X20 LTE, il primo che supporta velocità Lte Categoria 18.

Questo risultato, spiega Ericsson in una nota, si basa sul recente annuncio della Gigabit Lte supportata dalla tecnologia License Assisted Access: la velocità di 1,07Gbps è stata raggiunta usando solo 3 carrier da 20MHz dello spettro Fdd (Frequency Division Duplex usando frequenze di trasmissione e ricezione separate), raggiungendo nuovi livelli di efficienza spettrale per reti e dispositivi commerciali. “Queste efficienze - prosegue il comunicato - consentiranno di far vivere l’esperienza del Gigabit a più clienti e porteranno a nuove innovazioni nel mercato wireless.

Il traguardo di 1,07Gbps è stato raggiunto utilizzando 12 flussi Lte simultanei, che consentono un aumento fino al 20% delle velocità di picco e della capacità, e di conseguenza un miglioramento delle velocità medie. “Queste velocità – prosegue la nota - sono state raggiunte grazie al Radio System e al software Lte di Ericsson, insieme ad un dispositivo mobile di test basato sul modem Snapdragon X20 Lte.

Nello specifico, la velocità di 1,07Gbps è stata raggiunta in laboratorio usando tutte le combinazioni di banda licenziata, con 12 flussi Lte con 3 carrier aggregation di spettro Fdd, Mimo 4x4 per carrier (multiple in, multiple out), usando antenne multiple sia sulla stazione radio che nei dispositivi degli utenti per ottimizzare le velocità dei dati, 256 QAM per carrier, che consente ai dispositivi degli utenti e alla rete di scambiare informazioni in grande quantità, offrendo più bit di dati in ogni trasmissione, migliorando notevolmente la velocità dei dati.

“Come leader tecnologici, Verizon continua a guidare l'innovazione per i nostri clienti – afferma Nicola Palmer, Verizon wireless chief network officer - Il traguardo raggiunto oggi dimostra ancora una volta che Verizon fornisce le tecnologie più avanzate ai nostri clienti nell'ambiente reale, ma allo stesso tempo guardiamo sempre avanti, pensando a ciò che domani sarà necessario ai nostri clienti”.

“Ericsson sta lavorando con tutta l’industria per migliorare l'esperienza degli utenti finali e sviluppare nuove funzionalità e avanzamenti grazie ad una maggiore efficienza spettrale sull’Lte - aggiunge Fredrik Jejdling, head of business area networks di Ericsson - Il raggiungimento di 1,07 Gbps con Verizon e Qualcomm Technologies su un chipset commerciale è una grande pietra miliare nella strada verso il 5G”.

Qualcomm Technologies è all'avanguardia nella Gigabit Lte - conclude Mike Finley, senior vice president and president, Qualcomm North America, Qualcomm Technologies - Il nostro lavoro con Verizon ed Ericsson ci ha consentito, per primi, di superare la barriera di velocità del Gigabit con il modem Snapdragon X20 LTE. Questo è un passo fondamentale nel percorso verso il 5G che permetterà una migliore velocità media per tutti gli utenti e che porterà nuove ed emozionanti esperienze ai consumatori”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 21 Agosto 2017

TAG: Ericsson, Qualcomm Technologies, Verizon, 5G, 1Gbps, Lte, Nicola Palmer, Fredrik Jejdling, Mike Finley

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store