Gare Consip ed Enel: Agcom "chiude" il caso Fastweb-Telecom

LO SCONTRO

L'Authority ha deciso di non procedere in merito alla richiesta di misure provvisorie avanzata da Fastweb che accusa l'ex monopolista di non avere concesso le informazioni necessarie alla partecipazione alle gare

di Mario Sette
L'Agcom ha deciso di non procedere in merito alle richieste di misure provvisorie nei confronti di Telecom Italia richieste da Fastweb, relativamente alle gare Consip ed Enel. Secondo Fastweb, Telecom Italia starebbe facendo ostruzionismo nel rilascio delle informazioni tecnico-economiche  necessarie per la predisposizione delle proprie offerte per le gare Consip ed Enel (affidamento dei servizi di telefonia fissa e connettività IP).

Accusa che ha sortito l'avvio, da parte dell'Antitrust, di un'indagine per abuso di posizione dominante nei confronti di Telecom Italia per verificare se l'ex monopolista abbia in qualche misura impedito l'aggiudicazione delle gare agli altri operatori.

Telecom Italia nei giorni scorsi, attraverso una nota, ha replicato sostenendo che "l’ipotesi sostenuta da Fastweb, che è alla base del suddetto procedimento è del tutto infondata e siamo certi che le risultanze istruttorie confermeranno la piena legittimità dell'operato. Telecom Italia, infatti, non ha mai rifiutato a nessun operatore concorrente la fornitura di servizi o di informazioni come previsto dalle vigenti offerte di riferimento, nel pieno rispetto delle normative applicabili e sotto la vigilanza dell'Agcom, né ha mai posto in essere alcuna discriminazione a favore delle funzioni commerciali dell’azienda".

27 Maggio 2010