Sostegno ai modem 3GPP per la sicurezza sulle strade

QUALCOMM INC

Qualcomm Incorporated, azienda leader nello sviluppo e nell'innovazione delle tecnologie dei prodotti e dei servizi wireless avanzati, ha annunciato il proprio appoggio a favore della recente approvazione da parte di 3GPP (Third Generation Partnership Project) della specifica per i modem in-band, a sostegno dell'iniziativa per la sicurezza stradale eCall promossa dall'UE.

Il gruppo di standardizzazione 3GPP, rinomato per la definizione delle specifiche di sistemi di comunicazione mobile, quali UMTS, HSPA e LTE, ha approvato le specifiche definitive dei modem in-band eCall standard.
Questo lavoro è stato condotto da 3GPP su richiesta dell'Istituto Europeo per gli Standard nelle Telecomunicazioni (ETSI) e della Commissione europea, i quali erano alla ricerca di una soluzione tecnica standardizzata che supportasse l'implementazione del sistema eCall in tutta Europa.
Al termine delle necessarie procedure, l'ETSI ha adottato le specifiche definite da 3GPP e le pubblicherà come standard ETSI.

"L'iniziativa eCall rappresenta il trionfo della tecnologia al servizio del bene pubblico; per questo motivo, porgiamo le nostre congratulazioni a 3GPP, all'ETSI e all'UE per averla trasformata in realtà," ha dichiarato Andrew Gilbert, vicepresidente esecutivo di Qualcomm e presidente di Qualcomm Internet Services, Qualcomm MediaFLO Technologies e Qualcomm Europe. "eCall è stata una prova d'orgoglio per tutti gli addetti ai lavori che hanno contribuito alla sua realizzazione, inclusi i team tecnici di Qualcomm in Germania e a San Diego. La definizione di questo standard consente all'industria automobilistica e al settore della pubblica sicurezza di portare avanti i piani di implementazione del sistema eCall."

L'iniziativa eCall per la sicurezza sulle strade pubbliche fornirà assistenza rapida a chi rimane coinvolto in un incidente stradale lungo la rete stradale dell'Unione europea, avviando automaticamente una chiamata di emergenza tramite la rete cellulare alle strutture locali di assistenza e inviando le informazioni più rilevanti, come ad esempio la posizione dell'incidente.
Si prevede che ECall, la cui introduzione in Europa è prevista per la fine del 2010, contribuirà al salvataggio di molte vite umane, notificando con maggiore efficienza la presenza di incidenti stradali e accelerando l'intervento dei servizi di emergenza

14 Aprile 2009