Aduc: "Portare a 10 mln le sanzioni ai gestori telefonici"

ADUC

Telecom Italia dovra' pagare altri 735 mila euro all'Antitrust. Questa volta l'ex monopolista e' stato condannato per le false promesse relative alla velocita' dell'Adsl (provvedimento n. 19651, Alice 7 mega), false promesse per stimolare la portabilita' del numero mobile verso Tim (provvedimento n. 19654, Tim sogno), false promesse relative ad un'opzione tariffaria (Provvedimento n. 19684, Chiara di Tim).

"Definire il settore della telefonia una giungla e' ormai riduttivo - fa notare l'Aduc. Su ogni bollettino dell'Antitrust sono almeno due o tre le sanzioni comminate ai gestori telefonici. Nell'ultimo (1), oltre alle tre condanne comminate a Telecom Italia, ce n'e' una a carico di Wind-Infostrada, (provvedimento n. 19679. Infostrada-mancato rimborso canone Telecom), sanzionata con 165 mila euro".

Un paio d'anni fa e' stata elevata a 500 mila euro la sanzione massima comminabile dall'Antitrust per condotta commerciale scorretta.

"Nulla e' cambiato, per i gestori e' sempre conveniente comportarsi male e pagare le multe" accusa l'Aduc che propone di elevare a 10 milioni di euro la sanzione massima per chi inganna i consumatori". Per questo l'associazione dei consumatori chide che "il governo e legislatore agiscano immediatamente".

14 Aprile 2009