Alu, cavo da 500 milioni per collegare Francia e Africa

BANDA LARGA

Accordo raggiunto con Ace, il consorzio di 20 operatori guidato da France Telecom. Si punta a collegare l'Europa con 23 nazioni africane grazie a un'infrastruttura sottomarina

di Patrizia Licata
Alcatel-Lucent ha firmato un contratto del valore di oltre 500 milioni di dollari con Ace (Africa Coast to Europe), un consorzio guidato da France Telecom e formato da 20 operatori telecom, per costruire una rete di cavi sottomarini che collegherà la Francia al SudAfrica, passando per 23 nazioni africane. Il network sottomarino, con una capacità di 40 Gbit/s, sarà lungo oltre 17 mila chilometri. Il servizio commerciale sarà avviato nella prima metà del 2012.

A sua volta France Telecom investirà altri 250 milioni di dollari nella costruzione del sistema, portando l’investimento totale da parte del consorzio a circa 700 milioni. “Il network di cavi di Ace ridurrà il costo di accesso alle reti di telecomunicazione internazionali, eliminando una delle maggiori barriere allo sviluppo di Internet in Africa," secondo France Telecom. Per la prima volta sarà portata la banda larga in Paesi come Mauritania, Gambia, Guinea, Sierra Leone, Liberia, Sao Tome e Principe, Guinea Equatoriale, con un “alto livello di servizio e protezione del traffico”, sottolinea Alcatel Lucent.

L’investimento di France Telecom in Ace è strategico: la crescita nei mercati core europei rallenta e il colosso francese cerca l’espansione nei nuovi mercati di Africa e Medio Oriente.

10 Giugno 2010