France Telecom sedotta dalle news. In vista alleanza con Le Monde

STRATEGIE

L'operatore tra i possibili partner dello storico giornale (controllato da 60 anni dai giornalisti), che ha deciso di vendere una quota di maggioranza

di Patrizia Licata
L’ex incumbent francese vuole partecipare al rilancio digitale di Le Monde. Il ceo di France Telecom Stephane Richard ha chiarito in una intervista con l’agenzia Reuters che l’alleanza con Le Monde non è ancora in definizione, ma le due parti si sono incontrate per le prime discussioni.

Sul tavolo non c’è, ha affermato Richard, la partecipazione alla ricapitalizzazione del prestigioso quotidiano francese, bensì un’alleanza industriale all’interno della quale il marchio tv, web e telefonia mobile di Ft, Orange, potrebbe accompagnare Le Monde ad evolvere con decisione verso il digitale. “Nessuna trattativa ufficiale e nessun impegno formale per ora, ma ci sono stati dei contatti”, ha confermato Richard.

Il 3 giugno, i vertici di Le Monde hanno fatto sapere di voler vendere una quota di maggioranza nella compagnia, da 60 anni controllata dai suoi giornalisti tramite la complessa struttura di shareholding del gruppo editoriale Le Monde SA. Il quotidiano Le Monde è stato fondato nel 1944 e basato sui principi dell’indipendenza politica ed economica, ma l’evoluzione dell’editoria verso le nuove piattaforme spinge la storica testata a ripensare le proprie strategie. Tra i possibili alleati, non ci sono solo altri gruppi dei media, come la spagnola Prisa, che si è già detta itneressata ad aumentare la sua partecipazione, ma anche finanzieri e imprenditori: in lizza c’è un trio formato dal banchiere di Lazard Matthieu Pigasse, dal fondatore dell'Internet provider Free Xavier Niel e da Pierre Berge, che ha collaborato con Yves Saint Laurent.

10 Giugno 2010