A Napoli cresce Telecontact: 550 nuovi assunti

CALL CENTER

Inaugurato il call center della controllata di Telecom. Bernabè: "Segnale incoraggiante per il futuro"

di Federica Meta
Tempo di espansione per Telecontact center. La controllata di Telecom Italia ha inaugurato oggi una nuova sede nel quartiere di Poggioreale a Napoli che dà lavoro a 550 persone. Con l’apertura della nuova sede l’azienda conta oggi 2500 dipendenti, distribuiti tra i call center di Catanzaro, Caltanissetta, Roma e, appunto, Napoli (dove il primo call center ha iniziato a lavorare nel 2001 con 120 addetti).

Nei nuovi uffici napoletani lavorano oltre 550 persone, in prevalenza donne (circa l'80% dell'organico) con un elevato grado di istruzione (l'81% diplomate e il 14% laureate) e particolarmente giovani, con un'età media di 33 anni.

Telecontact Center, che fino al 2009 era dedicata completamente ai servizi di customer care per i clienti consumer e business di Telecom Italia, recentemente ha acquisito anche commesse per clienti terzi, come la Rai, gli Aeroporti di Roma, Poste Italiane e il Governo per quanto riguarda il servizio dei posta elettronica certificata.

"Poter aprire a Napoli  -spiega l'amministratore delegato di Telecom Italia, Franco Bernabé - dove tante funzioni produttive hanno dei problemi, è un segnale incoraggiante per il futuro. Per noi è motivo di soddisfazione. Telecontact è nata da poco tempo e ha una missione importante all'interno del gruppo".

Telecom Italia ha affrontato anche la ristrutturazione di un ex stabilimento industriale che risale al 1840: l'azienda è stata ricavata in un antico stabilimento che produceva saponi e profumi costruito nel 1885 da Felice ed Eleonora Genevois, una coppia di origine francese che decise di avviare a Napoli la propria attività commerciale.

"Avere realizzato questo progetto in una fabbrica che è simbolo di operosità è importante soprattutto per i nostri collaboratori che devono trovare un ambiente di lavoro adeguato - conclude Bernabè -. Per questo abbiamo portato avanti iniziative importanti come l'asilo nido, spero che le autorità completeranno ciò che è stato fatto, abbiamo bisogno che la logistica venga completata, che ad esempio arrivi il tram, non possiamo fare tutto: le istituzioni devono fare la loro parte".

Nella nuova sede di Telecontact Center sono state attivate una serie di iniziative, dall’asilo nido per i figli dei dipendenti, già esistente dal 2006 e ora rinnovato, all’accordo con la società di trasporto pubblico locale per un abbonamento gratuito annuale e un servizio di navetta tra la sede aziendale e il centro città. Recentemente inoltre, sempre presso la sede di Napoli, è stata conclusa un’importante operazione di riconversione e qualificazione professionale delle risorse che ha coinvolto circa 450 persone per circa 130mila ore di formazione.

14 Giugno 2010