Romani: "Superate le resistenze. Via al tavolo con le telco"

BANDA LARGA

Il 24 giugno il viceministro alle Comunicazioni incontrerà Telecom Italia e gli Olo. "Le Ngn il più grande investimento infrastrutturale dopo autostrade e ferrovie"

di Margherita Amore
Il tavolo con gli operatori telefonici per parlare delle reti di nuova generazione è in programma per il 24 giugno alle 18.00.
Lo ha annunciato il vice ministro alle Comunicazioni, Paolo Romani.  ''Il tavolo - ha detto Romani, intervenendo al convegno per la presentazione del rapporto 'e-Content 2010'- è stato convocato con gli operatori alternativi e con Telecom, per parlare della possibilità di realizzare una grande società di infrastruttura di rete. Finalmente ci sono le condizioni, le resistenze sono state superate e c’è la possibilità che i grandi operatori facciano la loro parte. Anche la Cassa depositi e prestiti può fare la sua".

“L'obiettivo - ha aggiunto il viceministro - è quello di chiudere il digital divide entro il 2012 e aprire il percorso per Ngn per i distretti industriali e per il 50% del paese che avrà così la possibilità di essere collegato. Si apre  uno straordinario percorso di innovazione dell'Italia''.

Romani si è detto fiducioso perché sono stati sciolti tanti nodi e conservatorismi, ''ci saranno sicuramente difficoltà perché c'è chi difenderà le posizioni acquisite come è naturale che sia. Parliamo del più grande investimento sulle infrastrutture del Paese dopo Autostrade e Ferrovie''.

Al tavolo organizzato dal ministero dello Sviluppo economico, parteciperanno Telecom, Vodafone, Fastweb, Wind e Tiscali.

17 Giugno 2010