Vivo, PT non si arrende. No all'extracedola di Telefonica

MERCATI

All'odg dell'assemblea degli azionisti dell'operatore portoghese ci sarà solo la valutazione dell'offerta per il 50% di Brasilcel. Il presidente Cordero: "Tocca al board stabilire la politica dei dividendi"

di Federica Meta
Continua la battaglia tra Telefonica e Portugal Telecom per Vivo. L’ultima stoccata l’ha sferrata l’operatore portoghese per bocca del suo presidente, Antonio Menez Cordero, che ha annunciato che alla prossima assemblea del 30 non voterà a favore del dividendo straordinario di oltre 1 euro ad azione, proposto dagli spagnoli per convincere gli azionisti di Lisbona ad accettare l’offerta da 6,5 miliardi di euro per Vivo. “Non tocca agli azionisti, ma al board stabilire la politica dei dividendi – ha precisato Cordero in una nota -. All’assemblea di fine mese all’ordine del giorno ci sarà solo la valutazione dell’offerta per il 50% di Brasilcel (che controlla il 60% di Vivo ndr)”.

22 Giugno 2010