Asstel si "allarga" a tutta la filiera delle Tlc

RIORGANIZZAZIONI

Con l'approvazione della modifica dello Statuto l'associazione amplia la rappresentanza anche ai fornitori di servizi, reti e apparati e agli outsourcer commerciali. Rinnovate anche le cariche

di Enzo Lima
Prosegue a grandi passi il processo di strutturazione e valorizzazione della rappresentanza dell’industria italiana dell’Ict. Dopo l’ampliamento del campo di applicazione del contratto nazionale di settore, avvenuto in occasione del rinnovo siglato fra le parti sociali nell’ottobre scorso, oggi è stato compiuto un ulteriore importante passaggio con la modifica statutaria approvata dall’assemblea straordinaria di Asstel (aderente a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici).

L’associazione delle telecomunicazioni guidata da Stefano Parisi, infatti, da rappresentanza “delle imprese esercenti servizi di telecomunicazione”, è divenuta “Associazione delle imprese della filiera delle telecomunicazioni”. E’ stato così recepito e formalizzato l’allargamento della composizione degli associati che ora, accanto agli operatori dei servizi di telecomunicazione, si estende ai fornitori di reti, prodotti e apparati fino agli outsourcer di servizi commerciale e vendita.
"In questo modo si rafforza la rappresentanza della filiera delle telecomunicazioni che, a fronte del rilevante contributo che il settore assicura all’economia nazionale- nel 2009 ha prodotto oltre 53 miliardi di euro di fatturato, 6,3 miliardi di euro di investimenti da parte dei soli operatori di Tlc e occupato circa 180.000 addetti - intende porre all’attenzione di Governo e istituzioni le priorità dell’Ict/Tlc per la competitività e lo sviluppo del Paese", precisa una nota di Asstel.

L’assemblea ha poi eletto gli Organi statutari in scadenza. Il nuovo Consiglio direttivo, oltre che dal presidente Stefano Parisi, risulta ora composto dai vice presidenti Cesare Avenia (Ericsson), Paolo Bertoluzzo (Vodafone), Oscar Cicchetti (Telecom Italia), Luigi Gubitosi (Wind), Corrado Sciolla (BT), Marco Tripi (Almaviva), Carlo Luigi Acabbi (E-Care), Ilaria Dalla Riva (Telecare-Sky), Umberto de Julio (Italtel), Achille de Tommaso (Colt), Alessandro Falciai (Dmt), Alessandro Mondini Branzi (Nokia), Dina Ravera (H3G), Renato Soru (Tiscali), Giuseppe Tilia (Telecom Italia) e dal past-president Pietro Guindani (Vodafone).
Sono stati poi eletti i tre Revisori contabili Gianfranco Cipresso, Nicola Colangelo, Claudio Lesca e i cinque Probiviri Massimo Forbicini, Andrea Lucente, Marco Maroni, Romano Righetti e Fabrizio Savi.

01 Luglio 2010