Prego, paghi allo smartphone. At&t lancia le payments apps

TECNOLOGIA

Accordo con Apriva per l'offerta alle piccole e medie aziende di applicazioni che trasformano il cellulare in borsellino elettronico

At&t sarà il primo operatore americano a offrire servizi di transazione per smartphone grazie a un accordo con Apriva, specializzata in processi di pagamento wireless. Quello del pagamento mobile è un mercato che, secondo le stime di Generator Research, crescerà globalmente dai 68 miliardi di dollari registrati nel 2009 agli oltre 600 nel 2014.

Obiettivo dell'accordo, l’offerta di nuove applicazioni per il pagamento mobile destinato alle piccole e medie imprese, grazie a due tipi di software in grado di trasformare gli smartphone in piccoli punti vendita attraverso cui effettuare o ricevere pagamenti con le card. La prima, AprivaPay, è un’applicazione browser-based che abilita le aziende a effettuare transazioni attraverso il browser dei cellulari. Il costo sarà di 14,95 dollari al mese.

La versione professional è un’applicazione scaricabile direttamente nello smartphone (ma funzionerà solo con cellulari che girano su sistema operativo di Microsoft) e costa 19,95 dollari al mese. Il servizio può essere integrato con card reader e con mini stampanti così da permettere all’azienda di usufruire di benefici fiscali per le transazioni card.

08 Luglio 2010