A Shanghai il primo test al mondo su Td-Lte end-to-end

MOBILE

La sperimentazione a firma di Ericsson e China Mobile. Il presidente dell'azienda svedese, Olsson: "Esperienza rivoluzionaria. Porteremo la banda larghissima a milioni di cittadini"

di Enzo Lima
Ericsson testa la sua tecnologia Td-Lte. A Shanghai, in occasione di un evento organizzato da China Mobile, l’azienda ha effettuato la prima dimostrazione della sua soluzione completa di funzionalità end-to-end. Utilizzando i dispositivi St-Ericsson, il sistema ha effettuato con successo test relativi alla trasmissione di applicazioni che sfruttano la banda larga mobile ultra-veloce, quali ad esempio video on demand e streaming di filmati utilizzando una videocamera.

Nello specifico l’Interoperabiliti Testing (Iot) – questo il nome del test - è stata effettuata con un dongle Usb che include un chipset Td-Lte di St-Ericsson.

“Il successo di questo test riflette non solo la leadership di Ericsson nella tecnologia Lte, ma anche il nostro costante impegno per lo sviluppo della soluzione Td-Lte in Cina e nel resto del mondo – spiega Mats H. Olsson, presidente di Ericsson Cina e Nord-Est asiatico -. Faremo ogni sforzo possibile per sostenere China Mobile nell’offrire l’esperienza rivoluzionaria della banda larga mobile a milioni di consumatori cinesi nel prossimo futuro”.

St-Ericsson è stata la prima al mondo a effettuare una dimostrazione relativa ad un dispositivo Lte portatile e la prima a integrare la tecnologia mobile Lte e Hspa mobile in un dispositivo multimode. Disponibile dal prossimo anno, il modem St-Ericsson di prossima generazione supporterà entrambe le versioni della tecnologia Lte (sia quella che utilizza lo spettro simmetrico, frequency division duplex sia quella che sfrutta quello asimmetrico, ossia appunto la soluzione Td-Lte di Ericsson), oltre a Td-Scdma e Hspa+/Edge. Grazie ai prodotti St-Ericsson, Ericsson è attualmente l’unico player nel settore delle telecomunicazioni a offrire una soluzione Td-Lte end-to-end completa.

“Dopo un’attività di ricerca e sviluppo sull’Lte durata 6 anni, questa dimostrazione sottolinea la posizione di precursore di St-Ericsson nel lancio delle piattaforme a banda larga mobile di nuova generazione – specifica Magnus Hansson, senior vice president e head of Lte e 3G Modem Solutions in St-Ericsson -. “Grazie alla collaborazione con Ericsson e China Mobile, i dispositivi basati sui nostri chipset permetteranno presto ai consumatori di beneficiare dei numerosi vantaggi offerti dalla banda larga mobile ultra-veloce”.

Nei test effettuati in precedenza è stato dimostrato in precedenza che la soluzione Td-Lte di Ericsson può raggiungere per un singolo utilizzatore un picco di velocità in downlink pari a 110Mbps.

14 Luglio 2010