Accordo fra operatori per le reti mobili 4G

BANDA LARGA

Le aziende aderenti alla Ngmn Alliance e al Tm Forum siglano un'intesa che spinge sull'adozione di standard per la gestione e la monetizzazione delle infrastrutture di nuova generazione

di Patrizia Licata
Migliorare l’efficienza operativa delle reti di nuova generazione e rispondere alle necessità degli operatori mobili chiamati a gestire le nuove infrastrutture interamente Ip: questi gli obiettivi dell’accordo di cooperazione siglato dalla Ngmn alliance e dal Tm forum. L’introduzione di infrastrutture di nuova generazione, semplificate e interamente basate su protocollo Internet, richiede infatti di far incontrare le ultime evoluzioni in termini di processi operativi con i sistemi che creano, erogano e monetizzano i servizi trasportati sulle nuove reti.

La Ngmn alliance riunisce una sessantina di operatori mobili, vendor di tecnologia e istituti di ricerca, con l’ambizione di creare un ciclo virtuoso di innovazione, investimenti e adozione di servizi mobili su banda larga con un buon rapporto costo-prestazioni. Il Tm forum da parte sua conta oltre 700 aziende associate di 195 Paesi diversi e il suo focus è promuovere l’avanzamento dell’It per i provider di servizi nei settori Tlc, media e cloud computing.

Il primo progetto congiunto su cui lavoreranno i due gruppi ha come obiettivo il miglioramento dell’efficienza operativa delle reti di nuova generazione che usano tecnologie diverse. Tra i nodi che verranno affrontati ci sono: l’adesione del Tm forum al set di requisiti per le reti mobili di nuova generazione messi a punto dall’Ngmn (Ngmn Operations requirements); la convergenza tra fisso e mobile che sempre più interessa gli operatori; e la ricerca, sotto l’ombrello dell’Ngmn, di una collaborazione con altri organismi che fissano standard, come il 3Gpp, sempre al fine di gestire al meglio le reti multi‐technology di prossima generazione.

“Auto-ottimizzazione e sistemi di operazione e gestione standardizzati sono essenziali per il successo delle reti mobili di nuova generazione”, commenta il Dr. Peter Meissner, Operating officer dell’Ngmn alliance. “Lavoreremo con il Tm forum per assicurare l’adozione all’interno dell’industria dei requisiti dell’Ngmn”.

“La scalabilità e la soddisfazione del cliente saranno fondamentali per gli operatori per monetizzare le nuove reti mobili su banda larga”, aggiunge Keith Willetts, presidente del Tm forum. “Il lavoro con l’Ngmn ci permetterà di dare al mercato standard capaci di creare un ambiente operativo flessibile e con costi certi”.

19 Luglio 2010