Il wireless di Motorola passa nelle mani di Nsn

MERCATI

L'operazione, del valore di 1,2 miliardi di dollari, permetterà alla jv di espandersi sul mercato americano e giapponese. Donagemma: "Ricadute importanti anche in Europa"

di Federica Meta
Il wireless di Motorola nelle mani di Nokia Siemens Networks. Nsn ha annunciato oggi l'acquisto per 1,2 miliardi di dollari della maggioranza degli asset  "senza fili" della società americana, con l'obiettivo di espandersi sul mercato giapponese e nordamericano. Le aziende prevedono di completare l’operazione entro la fine del 2010. Il prezzo della transazione è di 0,32 volte il fatturato delle attività “mobile gear” di Motorola.

L'accordo - precisa una nota della compagnia – prevede l'acquisizione di oltre 50 contratti in atto, permetterà a Nokia Siemens Networks di affrontare la sfida di Ericsson e Huawei e di rafforzare la posizione soprattutto nei confronti di China Mobile, Clearwire, Kddi, Sprint, Verizon Wireless e Vodafone.

"Nell'immediato l'operazione consentirà un importante rafforzamento nel mercato giapponese e in quello Usa - puntualizza Giuseppe Donagemma, responsabile della divisione Europa per Nokia Siemens Networks -. Ovviamente, il fatto che Nsn sia destinata a diventare il primo fornitore in Giappone e il terzo negli Stati Uniti produrrà effetti considerevoli sul market share e sulla profittabilità mondiali dell'azienda e, di conseguenza, anche sull'Europa". Donagemma ricorda che l'acquisizione metterà in moto il lavoro dei centri R&D che la società americana aveva in Gran Bretagna e Polonia. "Si tratta di centri che lavorano in modo particolare sulla tecnologia Lte, le cui potenzialità metteremo senza dubbio a frutto".

Per quanto riguarda l'Italia, invece, il manager precisa che le ricadute non saranno immediate. "Crediamo però  - precisa - che nel medio-lungo periodo potremo sfruttare le potenzialità di questa operazione anche in Italia, completando il nostro portafoglio di servizi con l'offerta di tecnologie Cdma, Gsm, Lte e Wimax".

Per Rajeev Suri, Ceo di Nsn “l'accordo permetterà alla società di accrescere profitti e fatturato”. “Si tratta di un’acquisizione che avrà vantaggi significativi per i clienti, i dipendenti e per i nostri azionisti – precisa il Ceo -. Gli attuali clienti di Motorola continueranno a ricevere il supporto per le proprie basi e avranno a disposizione un percorso chiaro per il passaggio a tecnologie di prossima generazione, mentre i dipendenti entreranno in un’azienda leader su scala mondiale”.

19 Luglio 2010