Vodafone Italia, mobile broadband a +22,1%

TRIMESTRALE

Il trimestre al 30 giugno si chiude all'insegna dell'impennata della banda larga mobile e fissa. I ricavi da servizi in flessione del 2,5%: pesano il calo dei prezzi e lo scenario macroeconomico

di Mila Fiordalisi e Patrizia Licata
Sono la banda larga mobile ed i servizi multimediali a trainare il trimestre di Vodafone Italia che si è concluso al 30 giugno. L'azienda capitanata da Paolo Bertoluzzo ha messo a segno un +22,1% relativamente ai ricavi da banda larga mobile e multimedia. Ottime anche le performance sulla rete fissa (+12,3%): a sostenere la crescita l'avanzata dell'Adsl. I clienti della banda larga fissa sono aumentati del 34,7% raggiungendo quota 1.381.000. Complessivamente i clienti di rete fissa ammontano a 2.621.000 (+ 9,5%).

I volumi totali di traffico voce crescono a 14,4 miliardi di minuti e i volumi totali di messaggi inviati sono cresciuti del 19,1%. Nel trimestre i ricavi dati e messaggistica hanno raggiunto un'incidenza sui ricavi da servizi mobili pari al 27,3%, registrando una crescita del 3,1%, rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente.

In calo però complessivamente la voce "ricavi da servizi": il trimestre ha registrato una flessione del 2,5% per un totale di 2,092 miliardi di euro di introiti, in controtendenza rispetto ai risultati messi a segno dal Gruppo tornato a crescere dell'1,1%"Lo scenario macroeconomico ancora incerto ha condizionato la domanda e i consumi", si legge in una nota diffusa dalla società. Ha influito anche il "significativo calo dei prezzi sui servizi tradizionali voce e messaggi". Ma il Gruppo crescere e secondo il ceo Vittorio Colao "si tratta dei primi risultati trimestrali che mostrano una ripresa delle revenue da servizi dopo l'avvento dela crisi economica mondiale". Le performance migliori sono state registrate in Europa e nei mercati emergenti con l'India "cash positive" e la Turchia col migliore trimestre di sempre. Colao ha inoltre confermato l'outlook per il 2010.

Le vendite totali dell'operatore britannico sono aumentate del 4,8% a 11,26 miliardi di sterline, trainate dalla crescita dei servizi dati e dall’acquisizione del pieno controllo di Vodacom in Sud Africa, mentre le revenue dai soli servizi sono cresciute del 4,9% a quasi 10,6 miliardi di sterline. Esclusi gli effetti valutari e delle attività di M&A, le entrate da servizi su base organica sono in rialzo dell'1,1% rispetto a un anno fa e dell’1,7% sul trimestre precedente.

Vodafone ha inoltre confermato le previsioni per l'intero anno: crescita positiva delle entrate da servizi, capex stabile, utile operativo tra 11,2 e 12 miliardi di sterline e flusso di cassa libero di almeno 6,5 miliardi. La base utenti è arrivata a fine giugno a 331,3 milioni, in aumento di 7,5 milioni rispetto a tre mesi prima.

“Sono contento, ma non contentissimo - aggiunge Colao -. Ci sono ancora parti di Vodafone che non sono in una situazione di crescita del fatturato e questo è legato alle difficoltà economiche".

Una delle zone d’ombra è proprio l’Italia. In Europa, infatti, le revenue da servizi su base organica sono in calo dell’1,7% perché il ritorno alla crescita di Gran Bretagna e Germania sul mercato enterprise è stato contrastato dal calo delle vendite in Spagna e Italia. Le entrate totali europee sono scese del 4,2% a 7,14 miliardi di sterline.

La divisione Africa e Europa Centrale ha registrato vendite in aumento del 3,7%, spinte dalla forte performance in Turchia e dalla crescita dei servizi dati di Vodacom. Ma i risultati più brillanti sono stati messi a segno in Asia Pacifico e Medio Oriente, con revenue da servizi su base organica in aumento del 10,5%, trainate dall’India.

Intanto Vodafone Greece ha annunciato il lancio commerciale di una femtocella 3G, un apparecchio che supporta fino a 16 telefoni o terminali dati e offre connessione Hsdpa fino a 7.2 Mbps. Col marchio di Vodafone Access Gateway, il device, prodotto da Huawei, può essere collegato all’Adsl in casa o in ufficio. La femtocella viene regalata o venduta con uno sconto all’interno di alcuni dei piani tariffari Vodafone Greece, mentre i clienti delle prepagate la acquistano a 150 euro.

23 Luglio 2010