Net neutrality, la Fcc prende tempo e avvia una nuova consultazione

WEB GOVERNANCE

La decisione arriva a seguito dell'accordo Google-Verizon. Il presidente Genachowski: "Analizzeremo la questione dei managed services e dei servizi a banda larga larga mobile"

di Federica Meta
Una nuova consultazione pubblica sulla neutralità della rete. È quella che la Fcc ha annunciato di voler avviare per approfondire i nuovi aspetti del tema emersi a seguito dell’accordo tra Google e Verizon, in particolar modo quelli relativi ai cosiddetti “managed sevices” e all’applicazione del principio di net neutrality nei servizi a banda larga.

“I recenti eventi – spiega in una nota il presidente della Fcc Julius Genachowski - hanno fatto emergere domande relative a come le regole di una Internet libera si dovrebbero applicare ai cosiddetti managed services e a quelli a banda larga mobile, come garantire la piena libertà sul Web, massimizzando allo stesso tempo gli investimenti privati e l’innovazione”.

“Le questioni sono complesse e bisogna tenere tutti dettagli nella considerazione – continua Genachowski -. Non possiamo rischiare che la proposta regolatoria vada ad intaccare il nostro obiettivo primario, ovvero quello di mantenere Internet libera e aperta”.

“Ad ogni modo – conclude - la Fcc continuerà a mantenere alta la guardia contro le minacce alla libertà del Web. Focalizzeremo l’attenzione su una Rete superveloce, con una fiorente imprenditorialità, che sia un motore per la nostra economia e anche uno strumento di conoscenza libero e accessibile a tutti”.

02 Settembre 2010