Arriva il tablet Samsung, guanto di sfida ad iPad

TECNOLOGIE

Il nuovo Galaxy Tab gira su Android 2.2 e include Flash Player. Anche Toshiba svela la sua tavoletta. E Sony sarebbe pronta a scendere in campo

di Patrizia Licata
All'Ifa di Berlino Samsung non delude le aspettative e si lancia ufficialmente nel mercato emergente dei tablet con il Galaxy Tab, direttamente sfidando l’attuale regina del settore, Apple. Il nuovo gioiello della sud-coreana gira su sistema operativo Android 2.2 (aggiornabile al 3.0) e rappresenta il primo "smart media device" di casa Samsung con il software di Google, che a sua volta sta diventando un attore sempre più di primo piano nel mondo della telefonia mobile.

Con schermo da 7 pollici e un peso di appena 380 grammi (contro i 730 grammi dell’iPad, che ha uno schermo da 9,7 pollici), Samsung Galaxy Tab integra fotocamera frontale e posteriore, permettendo sia riprese fotografiche, sia videochiamate; include Flash Player 10.1, aprendo le porte a applicazioni e giochi disponibili online; consente l'accesso all'Android Marketplace per scaricare sempre nuove applicazioni, personalizzando all'infinito il proprio dispositivo (mentre sono preinstallati i programmi base per la riproduzione musicale, la videochat, l'email e la lettura di libri e riviste in formato elettronico); e, infine, ma non meno importante, è aperto verso gli standard della rete: il Galaxy Tab sarà il primo tablet al mondo certificato DivX, per cui vedere un film diventerà più facile ed anche economico. Samsung ha fatto sapere che è già in trattative con diversi grandi carrier mobili per vendere il tablet in tutto il mondo con il sistema degli incentivi già usato da Apple iPhone. Ai carrier spetterà anche il compito di fissare il prezzo, di cui Samsung non ha parlato.

Per quanto riguarda invece la durata delle batterie, l’azienda produttrice garantisce 7 ore per applicazioni video ad alta definizione e oltre 10 ore con applicazioni meno "pesanti". Il Galaxy Tab dovrebbe arrivare sul mercato europeo tra la fine di settembre e il mese di ottobre, mentre il debutto negli Usa è previsto alla fine dell'anno. A differenza dell'IPad, verrà rilasciato esclusivamente in versione 3G.

Ma la concorrenza per la Mela arriva anche da Toshiba, che sempre all’Ifa di Berlino ha presentato il suo Folio 100, altro tablet che gira su Android ma è più grande e pesante di quello di Samsung: 760 grammi e schermo da 10,1 pollici. Toshiba lo considera alla stregua di un pc in formato mini e lo venderà direttamente ai consumatori, ma poiché ha anche l’opzione della connessione 3G potrà essere venduto anche tramite gli operatori mobili.

Intanto la Sony osserva il mercato e riflette su un eventuale ingresso: Sir Howard Stringer, presidente della compagnia, ha dichiarato nel corso della fiera di Berlino che Sony non ha ancora deciso se produrre un proprio tablet, ma se lo farà avrà contenuti e servizi già pronti tramite il suo servizion online Qriocity, e queto la differenzierà dalla concorrenza. “Abbiamo i contenuti, come Apple e Microsoft, ma possiamo contare anche su una gamma di prodotti molto più vasta”, ha detto Stringer. I produttori di elettronica di consumo sostengono infatti di avere il vantaggio di offrire un ventaglio completo di device, non solo tablet e cellulari ma anche fotocamere digitali e tv 3D, che i consumatori desiderano sempre più interconnessi.

03 Settembre 2010