Napoli, Fastweb gestirà i sistemi di Tlc della Federico II

GARE

Fastweb ha vinto la gara indetta dall'Universita' Federico II di Napoli per la riprogettazione e l'implementazione del nuovo sistema di telecomunicazioni dell'Ateneo.

L'accordo prevede la migrazione graduale di tutto l'impianto telefonico tradizionale verso un innovativo sistema basato su un'architettura aperta e convergente che sfrutta l'intelligenza della rete IP. Si tratta di una soluzione di Unified Communication e Collaboration che permette l'integrazione di diversi canali di comunicazione e di diversi terminali (telefono fisso, telefono mobile e PC).

Il contratto, della durata di quattro anni, prevede la sostituzione dei centralini telefonici, di tutti gli apparati e il collegamento degli oltre 8000 telefoni dell'ateneo. Inoltre, la nuova soluzione consente, per un gruppo di utenti, l'integrazione di tutti i canali di comunicazione (telefonia mobile e fissa, fax, posta elettronica) permettendo molti servizi innovativi, come per esempio la messaggistica unificata, instant messaging, conference calling e sistemi interattivi di risposta. La soluzione permette di ridurre la spesa di telefonia e di annullare i costi di traffico interno all'Universita'.

"L'Universita' di Napoli e' la prima universita' in Italia ad adottare questo sistema all'avanguardia che contribuira' a migliorare i processi di comunicazione interni e a ridurre i costi. Questa nuova soluzione contribuira' all'evoluzione digitale dell'Ateneo" spiega Roberto Contin, Direttore della Business Unit Executive di FASTWEB. "Infatti, le soluzioni di comunicazione unificata rappresentano la nuova frontiera delle telecomunicazioni anche per il mondo della Pubblica Amministrazione". I tempi di realizzazione della nuova soluzione saranno di circa otto mesi e i servizi saranno introdotti in modo graduale e non invasivo per permettere agli utenti di adottare il nuovo sistema con la massima semplicita'.

21 Aprile 2009