Symbian perde quota. Android il grande avversario

SISTEMI OPERATIVI

Gartner: i sistemi operativi "chiusi" di Apple e Rim cresceranno, ma non a ritmi sufficienti da garantire un aumento del market share. A fine 2010 l'Os di Google al secondo posto

di Patrizia Licata
Sistemi operativi mobili: la concorrenza per il numero uno del mercato, Symbian, è sempre più agguerrita e il nemico da temere non è Apple, ma Google con la sua piattaforma Android. Secondo Gartner, Android e Symbian rappresenteranno il 59,8% delle vendite di sistemi operativi mobili nel 2014.

Symbian resta al vertice della classifica globale Gartner dei sistemi operativi per cellulari grazie ai volumi e alla capillarità della diffusione sul mercato di massa che Nokia garantisce, ma, alla fine del periodo del forecast, Android sarà molto più vicino alla vetta, con un market share simile a quello di Symbian.

Già alla fine di quest’anno, Android diventerà il secondo Os mobile più diffuso, grazie al supporto dei vendor e alle iniziative di marketing dei communication service provider (Csp), con due anni di anticipo rispetto a quanto la stessa Gartner aveva previsto un anno fa. Così, se a fine 2009 il market share di Symbian era del 46,9%, a fine 2010 sarà del 40,1%, per scendere al 30,2% nel 2014. Android aveva una quota del 3,9% del mercato a fine 2009, balzerà al 17,7% a fine 2010 e al 29,6% nel 2014.

L’ascesa della piattaforma di Google avverrà alle spese di Rim, che da uno share del 19,9% (2009) scende al 17,5% quest’anno e all’11,7% nel 2014. Apple iOs, che ha quest’anno il 15,4%, si attesterà al 14,9% nel 2014. Windows Phone passerà dal 4,7% di fine 2010 al 3,9% di fine 2014.

"Il mercato mondiale dei mobile Os è dominato da quattro player: Symbian, Android, Research In Motion e iOS," sottolinea Roberta Cozza, principal research analyst di Gartner. "Il lancio degli aggiornamenti dei sistemi operativi, come Apple iOS 4, BlackBerry Os 6, Symbian 3 e Symbian 4 e Windows Phone 7 — aiuterà a mantenere sostenuta la crescita negli smartphone nella seconda metà del 2010 e nel 2011 e a stimolare l’innovazione. Tuttavia, riteniamo che la quota di mercato nei sistemi operativi si consoliderà intorno a pochi grandi provider Os che hanno il maggior sostegno dei Csp e degli sviluppatori e un marchio ben noto tra i clienti sia business che consumer”.

Gartner si aspetta che produttori come Samsung lanceranno molti nuovi device con sistema Android a prezzi medi nella seconda metà del 2010, contribuendo a diffondere questo Os sul mercato di massa. Altri player, come Sony Ericsson, Lg e Motorola, seguiranno una strategia simile, portando Android a diventare il numero uno dei sistemi operativi in Nord America già entro la fine di quest’anno.

Uno dei punti di forza di Android è tra l’altro quello di essere un sistema open source: Gartner prevede che nel 2014 le piattaforme di questo tipo continueranno a dominare più del 60% del mercato degli smartphone. Le piattaforme single-source, come quelle di Apple e Rim, cresceranno in termini di unità su cui saranno distribuite, ma il tasso di espansione sarà inferiore a quello medio del mercato e non sufficiente a determinare un aumento di share.

13 Settembre 2010