Gli switch di Nortel nelle mani di Ericsson

LO SPEZZATINO

Continua lo spezzatino dell'azienda canadese finita in bancarotta. Battuto all'asta per 65 milioni di dollari il business Multiservice switch. La svedese a luglio si era già aggiudicata gli apparati per telefonia mobile su Cdma e Gsm

di Patrizia Licata
Ericsson si aggiudica il business dei Multiservice switch di Nortel: il colosso svedese delle attrezzature di rete ha siglato un accordo con la società canadese, che dopo aver dichiarato fallimento ha messo in vendita diverse attività, per l’acquisto della unit Mss. Si tratta di un’operazione con cui Ericsson non solo accede al portafoglio prodotti e alla base installata Nortel nel segmento dati, ma anche alla piattaforma Mss per le divisioni che producono apparati per Cdma e Gsm che la stessa Ericsson ha acquisito da Nortel a luglio.

L’operazione condotta oggi dal gruppo svedese si struttura come asset purchase a un prezzo d’acquisto in contanti di 65 milioni di dollari su una base cash-free, debt-free. Ericsson comprerà i gruppi di prodotti Data packet network (Dpn) e Services edge router (Shasta), praticamente tutti i contratti con i clienti, parte della proprietà intellettuale collegata con il business degli Mss e anche i dipendenti Nortel della unit Multiservice switch.

L’acquisizione è l’esito dell’asta avviata da Nortel per vendere le sue divisioni ed è soggetta, come sempre in questi casi, all’approvazione del regolatore, nonché delle Bankruptcy Courts competenti.

27 Settembre 2010