Intercettazioni, Dt vuole il risarcimento dai 2 manager

TLC

La Deutsche Telekom (Dt) ha chiesto un risarcimento danni per un totale di circa due milioni di euro agli ex top-manager Klaus Zumwinkel e Kai Uwe Ricke per la loro condotta nello scandalo delle intercettazioni, che ha colpito il colosso tedesco della telefonia nel 2005-2006.

Secondo quanto scrive oggi il quotidiano bavarese Sueddeutsche Zeitung, la richiesta è di 994 mila euro a ciascuno degli ex manager, sospettati di avere ordinato le intercettazioni. Nel maggio del 2008, la procura di Bonn ha aperto un'inchiesta nei confronti di Dt in seguito all'ammissione del gruppo di avere spiato alcuni suoi top manager. Intercettazioni che, secondo la Dt, servivano a scoprire chi passava informazioni ai giornalisti scomodi.

Le attività di intelligence, secondo l'accusa, hanno preso di mira anche membri del consiglio di sorveglianza del gruppo, oltre agli stessi giornalisti.

23 Aprile 2009