Il mercato non crede al tablet Rim: "Troppo in ritardo su Apple"

CONCORRENZA

Intanto anche Dell scende nell'arena delle "tavolette" con un device da 7 pollici con sistema Android

di Patrizia Licata
L’anti-iPad di Rim non convince il mercato: le azioni del produttore canadese hanno perso punti nella seduta di martedì nonostante l’annuncio del PlayBook, perché gli investitori temono che il tablet della casa dei Blackberry esca proprio quando Apple lancerà la nuova versione del suo iPad, anche questa prevista per inizio 2011.

Eppure Rim sta cercando in tutti i modi di combattere ad armi pari con la rivale numero uno. Il PlayBook supera dal punto di vista dell’hardware ogni device concorrente, secondo Ehud Gelblum di Morgan Stanley, e in più l’azienda canadese è in pieno fermento e, accanto al PlayBook, ha presentato una serie di importanti novità, tra cui una piattaforma per la pubblicità mobile e una di analytics che permette agli sviluppatori di monitorare l’uso delle loro applicazioni sui BlackBerry. 
Rim ha anche introdotto una nuova piattaforma per lo sviluppo di applicazioni web-based e uno strumento che permette di creare apps di social-networking per il servizio BlackBerry Messenger.

“Ciò che non convince gli investitori, però, è che il PlayBook non sarà disponibile prima dell’inizio del 2011 e questo può impattare negativamente sul titolo”, nota Bruce Campbell, presidente della Campbell & Lee Investment Management, società di gestione di Toronto che possiede azioni della Rim. “Nello stesso periodo dovrebbe arrivare sul mercato la nuova generazione dell’Apple iPad, che potrebbe rubare la scena al PlayBook”.



Il tablet della Rim può far leva su alcune caratteristiche che lo distinguono dalla concorrenza, continua Campbell. Per esempio, all’inizio il PlayBook si rivolgerà al mercato enterprise, un segmento dove Rim è tradizionalmente forte, anche se la pressione di iPhone e iPad e dei telefoni Android sta crescendo. Le iniziative riguardanti il mondo delle apps, inoltre, aiuta ad attrarre sviluppatori verso la piattaforma dei BlackBerry.

 Tuttavia Campbell ammette che Rim si è mossa un po’ tardi nel riconoscere l’importanza di un software agile, del touch screen e delle applicazioni di terzi.

Intanto un nuovo concorrente si profila all’orizzonte, perché Dell sta entrando aggressivamente sul mercato dei tablet – e arriverà molto prima di Rim. L’azienda americana dei computer ha fatto sapere che lancerà nelle prossime settimane un computer-lavagnetta da 7 pollici, cui seguiranno altri tablet da 3, 4 e 10 pollici nei prossimi 6-12 mesi.

Il Ceo Michael Dell ha mostrato il device da 7-inch nel corso di una conferenza di Oracle negli Stati Uniti la scorsa settimana e oggi il presidente di Dell Greater China, Amit Midha, ha fornito qualche dettaglio in più sulla data di uscita (“molto presto, tra poche settimane”) e sul sistema operativo: il tablet da 7 pollici userà Google Android, ma alcuni degli altri device avranno Windows di Microsoft. 
Dell vende già un tablet, da 5 pollici, negli Usa, e presto lo commercializzerà anche in Australia e Cina.

30 Settembre 2010