Riorganizzare la catena di controllo. Primo step dell'operazione Argentina

TELECOM ITALIA

Telecom Italia al lavoro per semplificare la "filiera". Il restyling, all'esame di uno dei prossimi cda, riguarderà anche gli asset brasiliani

di Paolo Anastasio
Vinta la partita in Argentina, Telecom Italia guarda avanti. Non tanto, come scrive Il Messaggero, sul fronte di nuove acquisizioni quanto su quello della riorganizzazione della catena di controllo, sia in Brasile che in Argentina che dovrebbe essere oggetto di una delle prossime riunioni del cda.

Il prossimo passo riguarderebbe una rivisitazione complessiva dell'assetto all'estero, uno studio che si trova tuttavia in fase molto avanzata. L'obiettivo sarà l’accorciamento della catena di controllo, anche se non è ancora chiaro e definito nei dettagli come rendere meno barocca la filiera Telecom-Sofora-Nortel-Telecom Argentina, così come quella altrettanto complessa in Brasile.

Secondo Il Messaggero, verrà scelta l'opzione che offre i maggiori benefici sia in termini di operatività sia sul fronte fiscale e dell’agilità funzionale. Di certo, conclude il quotidiano, scomparirà qualche scatola, nell’ottica di rendere trasparente e funzionale il gruppo tlc tornato ad affacciarsi sul mercato internazionale dopo anni di immobilismo totale.

15 Ottobre 2010