TeleTu, multa da 70mila euro. Spot poco chiari

ANTITRUST

L'Antitrust sanziona l'operatore: l'esenzione dal canone Telecom legato alla copertura della rete. Ma l'informazione non si evince nelle campagne pubblicitarie

di E.L.
Una sanzione amministrativa di 70mila euro per pratica commerciale scorretta. L'ha inflitta l'Antitrust ad Opitel, società
appartenente al gruppo Vodafone, attiva nel settore della fornitura di servizi di telefonia fissa e navigazione internet mediante il marchio Teletu, che dallo scorso gennaio ha sostituito Tele2. Il procedimento riguarda alcuni messaggi pubblicitari circa la possibilità per i nuovi clienti del servizio di telefonia fissa di evitare il pagamento del canone Telecom.

In realtà, l'esonero dal pagamento era subordinato alla copertura dell'utenza da parte della rete di Teletu, in assenza della quale il rapporto contrattuale con il precedente gestore sarebbe restato in vigore, con l'aggiunta del nuovo contratto.
Questa informazione essenziale nel messaggio pubblicitario pubblicato sul web viene riportata in pagine "di consultazione soltanto eventuale - spiega l'Autorità garante della concorrenza e del mercato. Nei messaggi televisivi tale specificazione sarebbe invece presente soltanto in una sezione dei super scorrevoli, contenente anche altre informazioni". Secondo l'Antitrust "i messaggi pubblicitari relativi alle offerte senza canone utilizzano tale termine senza adeguate specificazioni circa le condizioni per fruire dell'esonero di tale costo", in contrasto con quanto contemplato nel Codice del consumo.

18 Ottobre 2010