A L'Aquila il call center Blue Call per i servizi Fastweb

TERREMOTO

A L’Aquila l'economia riparte anche dai call center. Il capoluogo abruzzese è stato scelto dal gruppo Blue Call come sede del nuovo centro che occuperà nei prossimi mesi 700 addetti e avrà come principale cliente Fastweb. “E’ importante essere a L’Aquila - dichiara Andrea Conte, direttore della Business Unit Consumer di Fastweb -. In questi giorni la nostra azienda ha fatto il possibile per dare aiuto concreto alla ripresa delle attività: abbiamo fornito la rete wi-fi nella tendopoli; siamo stati al fianco di Anas, Croce Rossa e Inps per riattivare le comunicazioni; con la Protezione Civile e insieme agli altri operatori di telecomunicazioni abbiamo raccolto fondi. E’ il momento di ripartire: è importante che le aziende riprendano a lavorare ed è di buon augurio vedere proprio qui la nascita di una nuova start up”.
Le imprese di call center sviluppano un fatturato che, nel 2009, raggiungerà quasi un miliardo di euro. Il settore svolge ormai un ruolo importante per l’occupazione in Italia sia sotto l’aspetto quantitativo che qualitativo, con circa 250 mila addetti, di cui circa 80 mila nell’outsourcing. Nel 2007 oltre 22mila lavoratori dei call center sono passati da collaboratori a progetto a lavoratori con contratto di lavoro subordinato, nella gran parte a tempo indeterminato.

27 Aprile 2009