Wind a caccia di 3 miliardi di euro

IL DEBITO

La società guidata da Gubitosi incontrerà i creditori a Londra nei prossimi giorni. Obiettivo: reperire risorse per rifinanziare gli 8 miliardi di debito

di F.M.
Wind “parte” per Londra per sciogliere il nodo del suo debito. Stando a quanto riportato dall’agenzia Bloomberg la società guidata da Luigi Gubitosi avrebbe l’intenzione di raccogliere 3 miliardi di euro e rifinanziare parte degli 8 miliardi di debito . Wind ha dunque programmato un incontro sulle rive del Tamigi con i creditori tra due giorni. Ad accompagnarla tre banche straniere: Deutsche Bank, Citi e Jp Morgan, che sovrintenderanno il marketing dell’operazione.
Le nuove linee di finanziamento dovrebbero arrivare fino al 2016 e al 2017, spostando sul lungo periodo il termine dell'esposizione finanziaria.
Dal suo arrivo in Wind il ceo Gubitosi ha sempre formato bilanci in positivo, lo scorso anno però l’operatore si è visto caricare di altri 2,7 miliardi di debiti: si tratta del cosiddetto push down con cui la holding Weather ha spostato parte del suo debito sulla controllata italiana.Per ora Wind non ha commentato la notizia riportata da Bloomberg, trincerandosi dietro un secco “no comment”.

04 Novembre 2010