Alu torna ai profitti. In Cina tre contratti per 1,1 miliardi

TRIMESTRALE

Nel terzo trimestre l'azienda mette a segno un utile di 25 milioni contro la perdita di 182 milioni di un anno fa. Balzo delle vendite in Nord-America e Asia-Pacifico. Positivo l'outlook per l'ultimo quarter

di Patrizia Licata
Alcatel-Lucent può sorridere: nel terzo trimestre il fatturato torna a crescere, con vendite in aumento del 10,5% rispetto a un anno fa, per un valore di oltre 4 miliardi di euro. A tassi di cambio costanti, la crescita delle revenues è del 2,9% rispetto a un anno fa e del 6,8% rispetto al trimestre precedente. Il gruppo ha siglato tre contratti con gli operatori China Mobile, China Telecom e China Unicom per un valore totale di 1,1 miliardi di dollari, in occasione della visita in Francia del presidente cinese Hu Jintao.

Particolarmente sostenuto lo sviluppo del giro d’affari in Nord America (+21,6% anno su anno a 1,48 miliardi di euro) e in Asia-Pacifico (+18,3% a 861 milioni), mentre le vendite in Europa sono scese dello 0,2% a 1,23 miliardi. Quanto ai risultati nei diversi rami di business, le vendite di attrezzature di rete sono cresciute del 10,2% a 2,5 miliardi, quelle di applicazioni sono salite del 5,5% a 499 milioni, quelle di servizi hanno avuto un'espansione del 9,1% a 948 milioni.

Il gruppo ha anche messo a segno un utile netto di 25 milioni di euro, contro la perdita di 182 milioni di un anno prima. Positivo il cash flow operativo: 193 milioni per il terzo trimestre.

Alcatel-Lucent si attende un "miglioramento significativo” nel quarto trimestre rispetto al terzo per quanto riguarda le revenues; ciò, unito al controllo dei costi, dovrebbe produrre anche un miglioramento dell’utile operativo. L’azienda ha confermato l’outlook per l’anno intero, notando che la ripresa del mercato guidata dalla domanda di dati sta aiutando a neutralizzare i problemi creati dalla penuria di componenti nel settore. Alcatel prevede che il mercato delle attrezzature e servizi telecom cresca dello 0-5% nel 2010 e che il suo margine operativo adjusted si collochi tra l’1 e il 5% quest’anno.

04 Novembre 2010