Alu-Verizon: accordo da 4 miliardi sulle reti

USA

Alcatel-Lucent fornirà le architetture per l'espansione delle infrastrutture di terza generazione e per la realizzazione di quelle 4G/Lte di proprietà dell'operatore statunitense

di F.M.
Tecnologia Alcatel-Lucent per le reti di Verizon Wireless. Le due società hanno firmato un accordo di collaborazione della durata di quattro anni del valore di circa 4 miliardi di dollari nel campo delle reti mobili. Nello specifico Alu fornirà un’architettura di rete wireless a sostegno dell’espansione della rete di terza generazione (3G) dell’operatore statunitense e della realizzazione della rete di nuova generazione 4G/Lte.

“Il miglioramento continuo della rete è parte del nostro Dna - spiega Tony Melone, chief technology officer dell’operatore statunitense -. L’affidabilità della rete è una delle priorità per le quali aziende e consumatori scelgono di stare con noi. Grazie al forte sostegno di Alcatel-Lucent continuiamo a migliorare le nostre reti e resteremo il più affidabile operatore nel paese anche nei prossimi anni”.

Alcatel-Lucent fornirà soluzioni di infrastruttura ad ampio spettro e che comprendono: soluzioni complete per rete radio Cdma e Lte, apparati di trasporto e backhaul IP, ottici e su ponti radio, nonché una gamma completa di servizi professionali e d’integrazione delle reti.

“Verizon Wireless e Alcatel-Lucent hanno alle spalle un solido trascorso che risale all’introduzione delle reti a standard Cdma, che restano oggi una valida tecnologia, mentre supportiamo Verizon nell’evoluzione verso la nuova generazione di reti wireless, ovvero il 4G/Lte - puntualizza Robert Vrij, presidente della Regione Americhe di Alcatel-Lucent -. Soprattutto, quest’accordo conferma la fiducia di Verizon Wireless nella nostra capacità di supportare sia le reti 3G in essere sia le nuove reti 4G/Lte con un’architettura integrata, flessibile e ottimizzata rispetto ai servizi, in grado di coprire le diverse componenti: accesso radio, backhaul e trasporto IP, passando dal cuore della rete e dalle applicazioni”.

10 Novembre 2010